torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

arte e mostre
XIII Borsa Scambio del giocattolo d'epoca e di modernariato

L'appuntamento è per domenica 24 settembre a Canneto sull'Oglio, nella suggestiva cornice di piazza Gramsci. Alle 9 del mattino si aprirà al pubblico la 13ª Borsa Scambio del giocattolo d'epoca e di modernariato.

La storica kermesse, che vede la partecipazione di circa 60 espositori italiani e stranieri, oltre che di editori specializzati, riproporrà la consueta e variopinta esposizione di giocattoli, sempre diversi, curiosi e ricercati: bambole d'ogni tempo e materiale - in biscuit, feltro, cartapesta, celluloide, stoffa, composizione, latta e polistirolo, sino al moderno vinile - cavalli a dondolo, costruzioni in legno, strumenti musicali, piccoli mobili, servizi di piatti e vasellame in ceramica, automezzi, puzzle, figurini in piombo, giocattoli in latta prodotti in serie limitata e favolosi trenini d'inizio Novecento. Non mancheranno neppure le bambole d'artista contemporanee, pezzi unici o edizioni limitate originali, realizzate con le tecniche e i materiali più disparati.

Inoltre, dal 24 settembre fino al 26 novembre 2006 presso la Galleria del Museo Civico, sarà possibile visitare la mostra I balocchi della meraviglia. I giocattoli di Canneto ai Saloni Internazionali. Obiettivo della rassegna sarà illustrare l'importanza che hanno assunto tali Saloni nella storia delle aziende cannetesi: Milano, Parigi e, soprattutto, Norimberga hanno rappresentato occasioni preziose d'incontro per decine di aziende locali che hanno avuto modo di presentare in quelle sedi prestigiose le proprie novità e si sono misurate con una realtà che non è esagerato definire "un confronto mondiale".

L'occasione, dunque, è ghiotta, non solo per i collezionisti di giocattoli, ma anche per i bambini e i loro genitori, per ripercorrere insieme la storia del gioco. E, a proposito di storia, una visita a Canneto sull'Oglio sarà anche un'ottima occasione per visitare il Museo Civico - che si affaccia proprio su piazza Gramsci - e che ospita la Collezione del giocattolo Giulio Superti Furga e l'Ecomuseo delle Valli Oglio-Chiese.

È a Canneto sull'Oglio, infatti, che intorno al 1880 Luigi Furga Gornini diede vita alla prima fabbrica italiana di bambole e giocattoli, la Furga appunto. E oggi, intitolata al nobiluomo cannetese - ultimo componente della Famiglia Furga a dirigere la storica fabbrica - la Collezione del giocattolo è allestita al piano terra dell'imponente edificio di fine Ottocento che un tempo ospitava le scuole del paese e ripercorre la nascita e l'evoluzione dell'industria locale dei balocchi. Non bisogna dimenticare, infatti, che intorno alla Furga nacquero, dai primi decenni del Novecento, numerose altre aziende, piccole e grandi, impegnate nella produzione di giocattoli: la Giulio Lorenzini, la G. Zanoni & C:, la A.G.A. (Accomandita Giocattoli e Affini) e, nell'immediato dopoguerra, la Zanini & Zambelli, la I.N.G.A., la F.I.B.A., la Faiplast, la G.A.DE.A., la Bieffe, la G.in.pel., la S.I.G., la Grazioli Giocattoli e altre ancora, che hanno fatto di Canneto sull'Oglio - e dei comuni

limitrofi - dall'inizio del Novecento agli anni Settanta, uno dei più importanti poli industriali del settore a livello internazionale.

Nata nel 1984, la Collezione del Giocattolo Giulio Superti Furga si è negli anni arricchita di numerosi pezzi grazie a significative donazioni e a parecchi prestiti che singoli collezionisti hanno fatto al Comune di Canneto sull'Oglio proprio per la nascita del Museo, che oggi conta più di mille esemplari tra bambole e giocattoli.

L'Ecomuseo delle Valli Oglio-Chiese, infine, ha sede al primo piano dell'edificio che ospita la Collezione del Giocattolo Giulio Superti Furga. Nato intorno agli anni Settanta, presenta pregevoli raccolte geologiche, archeologiche, faunistiche e della civiltà contadina ed è dedicato alla storia del territorio e delle genti che in passato, su questa terra compresa tra i due fiumi - che proprio a Canneto incrociano i loro corsi - hanno saputo sopravvivere, crescere e prosperare.

Orario d'apertura: dalle 9.00 al tramonto. Ingresso gratuito

Per informazioni:
Biblioteca Comunale, tel. e fax 0376 70.671; e-mail: cannetocultura@libero.it
Comune di Canneto sull'Oglio, tel. 0376 71.700 - fax 0376 72.40.10
Sito internet: www.comune.canneto.mn.it

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it