torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

arte e mostre
nuova pittura fiamminga e olandese

Martedì 17 gennaio 2006 alle ore 18:00 presso la Galleria Entroterra, Via dei Biancospini, 2 a Milano si inaugura la mostra collettiva "Nuova pittura fiamminga e olandese" con opere di Henk Olijve, Mathieu Weemaels, Paulette Taecke, Koos Van Keulen, Giovanni Dalessi e Elio De Gregorio.

L'idea intorno a cui ruota l'esposizione è quello di riunire alcuni artisti sotto un unico comune denominatore: la più recente produzione artistica contemporanea in Olanda e Belgio. più pezzi che formano un'immagine dalla duplice natura, un legame indissolubile tra la singola unità e l'insieme. Entroterra propone, come sempre secondo la sua linea espositiva, una selezione incentrata sulla figura, esponendo artisti tra loro anche molto diversi per età e provenienza artistica, conosciuti attraverso esposizioni e fiere internazionali e grazie alla collaborazione con importanti gallerie straniere. L'estensione del termine fiammingo, che in questa mostra sconfina ben oltre alle tradizionali Fiandre, è stato usato per sottolineare il forte legame mai interrotto con la tradizione di una delle più importanti scuole pittoriche Rinascimentali, che dal Belgio all' Olanda ha irradiato la sua raffinatissima cultura, fatta anche di un'altissima conoscenza artigianale ed una strabiliante tecnica esecutiva. Questo retaggio culturale viene interpretato con forme e tecniche diverse dai sei artisti, che in forma estremamente personale rappresentano in maniera originale particolari della realtà artistica contemporanea sulle rive del Mare del Nord. La tradizionale tecnica ad olio viene riproposta sia dall'olandese Koos Van Keulen, con una raffinatissima pittura fatta di luce e dalla rifinitura a tratteggio, che dal giovane Henk Olijve, con piccole tavole dove sempre lo stesso personaggio recita un suo monologo. E' olandese, nonostante il nome di provenienza ticinese, anche Giovanni Dalessi, che ripropone in questa mostra il genere della natura morta, corposa e luminosa allo stesso tempo. Dal Belgio, e dalle Fiandre propriamente dette, proviene Paulette Taecke, che fa della luce marina nordica l'assoluta protagonista delle sue tele. Una tecnica particolarissima è quella utilizzata da Mathieu Weemaels, il pastello, fabbricato dallo stesso artista, e lavorato plasticamente per creare corpi forti e intensi. Appartiene al gruppo anche Elio De Gregorio, dagli anni '70 residente in Belgio dove ha completato la sua formazione artistica, anche lui rappresentante della cultura artistica attuale belga, frutto della contaminazione in una delle zone europee culturalmente fra le più vivaci.

La mostra è stata resa possibile grazie all'apporto ed alla collaborazione con The Living Room (Amsterdam), Ermanno Tedeschi Gallery (Torino), Mokum (Amsterdam), e ING group.

Biografie degli artisti:

Mathieu Weemaels, nato a Bruxelles nel 1967 ha studiato disegno e fumetto. E' un artista interessato a tecniche diverse, specializzato nell'uso dei pastelli che crea lui stesso. Espone in Belgio, Francia, Svizzera, Portogallo ed ora anche in Italia.

Paulette Taecke , fiamminga, nata nel 1952, si è diplomata in pittura e storia dell'arte all'Accademia di Belle Arti. Dal 1994 il suo lavoro ha ricevuto premi e riconoscimenti, esponendo in sedi prestigiose come il Castello Cortewalle a Beveren (B). Caratteristica fondamentale della sua pittura è il profondo fascino per il Mare del Nord, che si espande sulle tele attraverso molteplici vibrazioni di grigio, sia con sfumature fredde che con toni a volte addirittura caldi.

Giovanni Dalessi, nato nel 1964, vive e lavora a Eindhoven (Olanda), di lontana ascendenza ticinese, dopo aver studiato arte ad Eindhoven ha iniziato da subito un intenso percorso espositivo, sia in importanti gallerie dei Paesi Bassi, che nelle fiere internazionali. In Italia è rappresentato da Ermanno Tedeschi di Torino. Alcune sue tele sono già presenti presso collezioni pubbliche.

Henk Olijve, Olandese, nato nel 1965, subito dopo gli studi presso l'accademia di Belle Arti inizia ad esporre nelle principali gallerie dei Paesi Bassi ed in alcuni musei; attualmente lavora con la galleria The Living Room con cui partecipa al Kunst Rai di Amsterdam e ad Artissima di Torino. Le sue opere, quasi sempre di piccolo o piccolissimo formato, sembrano fumetti moderni con una forte carica drammatica, eseguiti con la tradizionale tecnica ad olio.

Elio De Gregorio nato a Milano nel 1950, si trasferisce in Belgio nel 1976 dove studia presso l'Académie Royale des Beaux-Arts de Bruxelles, completando la sua formazione in incisione a Molembeek. Dal 1985 espone regolarmente i Italia, Belgio, Francia e Giappone.

Koos Van Keulen, nata nel 1940 ad Amsterdam, ha frequentato la Rijsknormaalschool ed ha immediatamente iniziato ad esporre nelle principali gallerie olandesi. Nel 1977 ha esposto al Salon d'Automne di Parigi. Negli ultimi anni vive tra l'Olanda e la Spagna, la cui luce è di frequente la protagonista dei suoi dipinti. Attualmente viene seguita dalla banca ING e dalla galleria Mokum , punto di riferimento essenziale per la pittura figurativa dei Paesi Bassi.

Inaugurazione: 17 GENNAIO 2006 h. 18:00
Date Mostra: dal 17 gennaio al 28 febbraio 2006
Spazio Espositivo: Via Biancospini, 2 Milano
Orari di visita: dal mercoledì al sabato 15:00-19:00
Website: www.entroterra.it
Contacts: info@entroterra.it; press@entroterra.it
Ingresso libero

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it