musica
Louis Lortie per Chopin

La programmazione della stagione da Camera dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia prosegue con un concerto interamente dedicato a Chopin, il poeta del pianoforte. Interprete dell’integrale degli Studi op. 10 e op. 25, che il compositore polacco scrisse negli anni del suo soggiorno a Parigi, sarà il pianista Louis Lortie (lunedì 5 febbraio, Auditorium Parco della Musica, Sala Santa Cecilia ore 20.30). Apprezzato per l’originalità delle sue interpretazioni e la vastità del repertorio che va dai classici alla musica contemporanea, Lortie è stato più volte presente nelle stagioni di Santa Cecilia agli inizi degli anni Novanta. Questo atteso ritorno a Roma è all’insegna di un programma con il quale il pianista franco-canadese ha avuto entusiastico apprezzamento in tutto il mondo anche per il particolare legame che egli ha con la musica di Chopin, motivato dalla formazione con Yvonne Hubert, storica pianista allieva di Cortot grande pianista e didatta a sua volta legato ad allievi dello stesso Chopin.

Di origine franco-canadese, Louis Lortie ha un vasto repertorio piuttosto che la specializzazione in un particolare stile o epoca. The London Times lo ha definito “una combinazione di spontaneità e maturità che solo i grandi pianisti hanno”. Richiesto in tutto il mondo, nella stagione 2017-18 sarà tra l’altro artista in residence con la Shanghai Symphony Orchestra con la quale interpreterà, nel corso della stagione, quattro differenti programmi. Si esibirà con l’Orquestra Sinfonica do Estato de São Paulo e interpreterà l’integrale de Années de Pélerinage di Liszt. Sarà in Australia con la West Australian Symphony Orchestra, si esibirà con la Chicago Symphony e in Ungheria per il Festival Liszt. Previsti anche due recital alla Wigmore Hall di Londra e un lungo tour italiano. Lortie ha al suo attivo più di 45 incisioni per la casa discografica inglese Chandos con un repertorio che va da Mozart a Stravinskij, comprese tutte le Sonate di Beethoven e Annés de pélerinage di Liszt segnalata come una delle migliori dieci migliori incisioni del 2012 dal New Yorker Magazine. La sua incisione del Concerto per pianoforte di Lutoslawski diretta da Edward Gardner e la BBC Symphony ha ricevuto molte lodi, come è accaduto a una recente incisione di musiche di Chopin (per Chandos ha registrato tutto Chopin) che è stata considerata dal New York Times una delle migliori registrazioni dell’anno. Recenti sono le sue incisioni dei Valzer di Chopin, de Il carnevale degli Animali, Africa e il valzer-capriccio Torta nuziale di Saint Saëns e l’integrale dei brani per due pianoforti di Rachmaninov insieme alla pianista Hélène Mercier. Louis Lortie insegna a The Queen Elisabeth Musica Chapel di Bruxelles. È stato allievo a Montreal di Yvonne Hubert (pupilla del leggendario Alfred Cortot), a Vienna di Dieter Weber specialista nell’interpretazione di Beethoven e in seguito con Leon Fleisher allievo di Artur Schnabel. Nel 1984 ha vinto il Primo Premio al Concorso Busoni ed è stato premiato al Concorso pianistico di Leeds. Cittadino Canadese vive tra Montreal, Berlino e l’Italia.

Stagione da Camera Auditorium Parco della Musica, Sala Santa Cecilia Lunedì 5 febbraio ore 20.30

Louis Lortie pianoforte Chopin Studi op. 10 Trois Nouvelles études Studi op. 25

Biglietti da 18 a 38 Euro I biglietti possono essere acquistati anche presso: Botteghino Auditorium Parco della Musica Viale Pietro De Coubertin Infoline: tel. 068082058 Prevendita telefonica con carta di credito: Call Center TicketOne Tel. 892.101

articolo pubblicato il: 03/02/2018