periodico di politica e cultura 19 giugno 2018   |   anno XVIII
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
abbiamo aggiornato la cookie policy e i collegamenti ad essa associati: cookie policy
archivio
Google

teatro: al Teatro Argot Studio di Roma

"Un mondo perfetto"

nella stessa sezione:
Argot Produzioni presenta Un mondo perfetto dal 6 al 25 MARZO al Teatro Argot Studio

scritto e diretto da Sergio Pierattini con Manuela Mandracchia, Paolo Giovannucci e Sergio Pierattini musiche Lucio Gregoretti scenografia e costumi Tommaso Bordone assistente regia Eugenia Pulci

Una coppia, non più giovanissima, sogna di adottare un figlio. Quando scopriamo in scena i due protagonisti il loro calvario di attese e delusioni sembra essere definitivamente concluso. L'arrivo del figlio è in realtà l'inizio di un percorso di difficoltà devastanti che fin dall'inizio del secondo quadro si rivelano insuperabili. I due protagonisti scoprono in rapida successione quanto sia "impossibile" amare l'oggetto dei loro sogni. Le difficoltà non stanno nella personalità pur complessa del ragazzo, ma nella stessa natura dei due protagonisti. Nell'essenza di quell'universo a due, grigio, ma anche autosufficiente e appagante, che contraddistingue la loro unione. Il testo affronta il tema, attuale e complesso dell'adozione o delle false vocazioni, di sogni che una volta svelatisi mostrano la faccia della sconfitta e del disinganno.

Sergio Pierattini Drammaturgo e attore di cinema e teatro. Tra i suoi testi "La Maria Zanella" (Premio Ubu 2005 a Maria Paiato per l'interpretazione), "Il raggio bianco" (Premio Flaiano 2006), "Il ritorno" (Premio Associazione Nazionale Critici di Teatro come miglior testo del 2008), "Il drago di carta" (Premio S.I.A.E 2014, Premio Vallecorsi 2014). Come attore si è distinto in moltissimi film e serie tv, tra cui "Cari Fottutissimi Amici" di Mario Monicelli, "Che strano chiamarsi Federico" di Ettore Scola, "La trattativa" di Sabina Guzzanti, molti dei film diretti da Francesca Archibugi e da Roan Johnson.

Manuela Mandracchia Tra le più affermate e rilevanti attrici del teatro contemporaneo italiano, nel 1993 vince il premio Wanda Capodaglio e nel 2003 il premio Ubu come miglior attrice non protagonista. Ha lavorato per anni con Luca Ronconi e Massimo Castri. Al cinema recita per Nanni Moretti ("Habemus Papam"), Cristina Comencini ("Quando la notte"), Francesca Archibugi ("Nel nome del figlio") e Marco Bellocchio ("Fai bei sogni").

Paolo Giovannucci Dal 1988 ad oggi partecipa a diverse produzioni teatrali lavorando con numerosi registi tra i quali:Vittorio Gassman, Giorgio Albertazzi, Attilio Corsini, Carlo Giuffrè. Nel 2000 è Macbeth per Antonio Latella che lo chiama anche nel 2003 per il ruolo di Petruccio ne "La bisbetica domata". Lavora a fianco di Mariangela D'Abbraccio in "La gatta sul tetto che scotta" e "La rosa tatuata" e di Massimo Ranieri in Riccardo III. Al cinema recita in "Diaz" di Daniele Vicari, "ACAB" di Stefano Sollima, "Orecchie" di Alessandro Aronadio, mentre in tv prende parte e numerose produzioni tra cui "Immaturi" e "Il commissario Maltese" oltre al ruolo da protagonista nella sit-com "Colpi di sole".  

Teatro Argot Studio Via Natale Del Grande, 27 | 00153 Roma tel. 06/5898111 Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 20.30 domenica ore 17.30 Prezzo biglietti: intero 12 euro ridotto 10 euro studenti 8 euro tessera associativa 5 euro Info e prenotazioni: www.teatroargotstudio.com info@teatroargotstudio.com

articolo pubblicato il: 03/03/2018 ultima modifica: 05/03/2018

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy