periodico di politica e cultura 22 febbraio 2018   |   anno XVIII
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

musica: al Teatro della Concordia di San Costanzo

Andrea Laszlo De Simone

Venerdì 26 gennaio al Teatro della Concordia di San Costanzo TeatrOltre, la più ampia rassegna regionale multidisciplinare di 32 appuntamenti legati a esperienze del contemporaneo promossa da AMAT con i Comuni del territorio, volge lo sguardo alla musica di qualità ospitando – in collaborazione con il Loop per Klang festival, altri suoni, altri spazi - Andrea Laszlo De Simone, artista originale che attinge alla tradizione, mescolando pop e psichedelia.

Andrea Laszlo De Simone è un’anomalia. È un solista, prima di tutto. Ma è anche una band di sei elementi. L'esordio discografico risale al 2012, anno in cui Andrea Laszlo De Simone pubblica il primo album autoprodotto, Ecce Homo, e alcuni videoclip Solo un uomo, 11:43, I nostri piccoli occhi. All’inizio del 2014 incontra alcuni musicisti della scena underground torinese e da mesi di sala prove esce una vera e propria band: Damir Nefat (chitarra), Daniele C (basso e cori), Filippo Cornaglia (batteria), Zevi Bordovach (tastiere) e Anthony Sasso (cori e percussioni). E proprio con questa formazione il cantautore entra in studio per registrare quello che sarebbe poi diventato Uomo Donna.

Uomo Donna, il suo primo vero e proprio album, uscito il 9 giugno per 42 Records è anticipato dai singoli Uomo Donna, Vieni a salvarmi e La guerra dei baci, tutti e tre anticipati a loro volta da tre videoclip particolarissimi ed evocativi seppur nella loro semplicità. Uomo Donna è un disco particolarissimo che vive di contrasti: c’è la canzone d’autore italiana e la psichedelia, Battisti e i Radiohead, i Verdena e Modugno, l’influenza di quella che negli anni ’70 veniva chiamata Library music e un tocco post-moderno che lo rende nuovo anche nel suo essere volutamente classico. Uomo Donna è un disco d’amore; dodici canzoni unite fra di loro in un percorso in cui vengono affrontate le differenti fasi del sentimento amoroso e le sue implicazioni esistenziali. L’illusorietà della realtà ci seduce e ci accieca e l’amore ci rende forti, fragili, uniti e soli. Il disco è stato autoprodotto e registrato in presa diretta nell’ottobre 2014 in collaborazione con il fonico bolognese Giuseppe Lo Bue, successivamente post-prodotto e mixato utilizzando tecniche sperimentali a cavallo tra l’analogico e il digitale fino a creare un paradosso sonoro che ricorda la canzone italiana anni ’70, masterizzato da Andrea Suriani. In questo percorso di circa due anni è nata spontaneamente l’esigenza di lavorare a lungo alla ricerca di una coerenza tra il prodotto discografico e l’anima sperimentale della live performance per la quale il progetto si è sempre distinto.

Per informazioni e biglietti (10 euro, ridotto 8 euro): biglietterie circuito AMAT (071 2072439 – www.vivaticket.it vendita on line), la sera del concerto dalle ore 19 presso la biglietteria del teatro 0721 950124 - 366 6305500. Inizio concerto ore 21.15.

articolo pubblicato il: 22/01/2018

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy