periodico di politica e cultura 20 febbraio 2018   |   anno XVIII
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

teatro: al Teatro Studio Uno di Roma

"Pollini"

nella stessa sezione:
Dopo il debutto al Roma Fringe Festival 2017 torna in scena al Teatro Studio Uno dal 25 al 28 gennaio “Pollini” scritto e diretto da Alessia Giovanna Matrisciano con Francesco Guglielmi e Ilaria Giorgi, protagonisti di una strana storia d’amore tra un uomo e una donna inibiti, bloccati, goffi ed imperfetti che ci mostrano come è buffo ed emozionante vivere in un’età fuori tempo massimo l’esperienza del primo amore.

Lei e lui. Si sentono sbagliati, infantili, mediocri, inadeguati ai modelli di genere che la società impone, a cui loro non sentono di appartenere. Lei pensa di non avere “le mele” che tutti gli uomini vogliono, le cerca disperatamente in se stessa ma non le trova, vuole farle nascere e non nascono, e perciò non riesce a sentirsi donna. Lui sente in lei il profumo delle mele, prova per esso attrazione e ansia, prova paura, inettitudine, avversione, ribellione e in questa frustrazione non riesce a sentirsi uomo. Lei non ama i gatti come molte altre donne, infatti tiene dieci topi dentro casa. La notte li libera e se li sente passeggiare sul corpo, e fa di quei pensieri indecenti che in verità fanno sorridere; sogna delle mani che la tocchino come una bambina sogna gli unicorni. Lui tiene sempre in tasca un ritaglio da un giornaletto di provincia nel quale un giorno è comparsa la sua foto; lo mostra a tutte le donne e racconta loro una notizia inventata, col solo effetto e forse scopo di farla fuggire.

“Pollini” vorrebbe essere un canto di rivolta e un’esplosione di amore, ma i personaggi rimangono come bloccati nel limbo delle loro paure. Ironici e satirici, cattivi, stupidi, unici, sopraffatti e bisognosi, hanno necessità di cresce e voglia d’amare ma le loro timidezze li congelano in un rapporto fatto di rimandi ed incomprensioni. Lo spettacolo si dipana grazie al flusso di coscienza dei due protagonisti rivelando la parte più intima di loro stessi, raccontando con delicatezza ed ironia la difficoltà di amare ed incontrarsi, riconoscersi ed accettarsi, problematiche apparentemente adolescenziali ma che in fondo appartengono ad ognuno di noi.

“Pollini” | 25 – 28 Gennaio 2018| Sala Teatro Teatro Studio Uno, Via Carlo della Rocca, 6 (Torpignattara). Ingr. 12 euro. Tessera associativa gratuita Giov – Sab ore 21.00, Dom. ore 18.00 PRENOTAZIONI http://j.mp/prenotaTS1 Per info: 349 4356219- 329 8027943 www.teatrostudiouno.com – info.teatrostudiouno@gmail.com

articolo pubblicato il: 20/01/2018

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy