periodico di politica e cultura 25 febbraio 2018   |   anno XVIII
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

libri: presentazione ad Ancona

"Yiddish anconetano"

Venerdì 26 gennaio alle ore 18.30 al Cinemuse - Teatro delle Muse si terrà la presentazione del libro di Marco Ascoli Marchetti "Yiddish anconetano - Parole, aneddoti e personaggi della comunità ebraica di Ancona", interviene il professor Antonio Luccarini. L'autore sarà presente. «Davàr! Davàr! Che ce sò i scimiroddi che te sente!» (Zitto! Zitto! Che ci sono i carabinieri che ti sentono!). Questa e altre frasi simili si potevano sentire un tempo fra gli ebrei, fossero essi bancarellari di corso Mazzini o grossisti di tessuti di via della Loggia. Questo breve percorso fra frasi, personaggi e aneddoti curiosi della comunità ebraica di Ancona ci riporta in quell’ambiente così felicemente integrato nel tessuto cittadino. «Il lavoro di Marco Marchetti si pone in questa scia: fotografa la comunità ebraica anconetana del novecento, tramite la ricostruzione della sua “lingua”, caratterizzata da una base derivante dall’ebraico antico “immersa” nel dialetto locale. L’autore non si limita a elencare vocaboli e a tradurli nel dialetto anconetano, non ci troviamo quindi di fronte a un “dizionario”; riprende invece anche “modi di dire”, si avventura felicemente in narrazioni anedottiche, ricostruisce con grande maestria “quadretti” di vita ebraico-anconetana. Riesce così a “colorare” le vecchie fotografie in bianco e nero e a coinvolgere il lettore: ci troviamo di fronte a una serie di istantanee che alla fine assomigliano a un vero e proprio film». (Dalla Prefazione di Ugo Ascoli). Marco Ascoli Marchetti, è nato ad Ancona, ma per studio e per lavoro, in qualità di dirigente di aziende chimico farmaceutiche, ha sempre vissuto in altre città italiane e all’estero. Dopo la pensione è rientrato nella sua città natale e, appassionato di storia, ha deciso di dare un piccolo contributo alla storia di Ancona e della sua comunità ebraica. La presentazione del libro è ad ingresso libero.

La serata prosegue alle ore 20.30 con la proiezione del film Suite Francese dall’omonimo romanzo di Irène Némirovsky, con Michelle Williams, Matthias Schenaerts, Kristin Scott Thomas, diretto da Saul Dibb. La più grande storia d’amore mai raccontata. Il biglietto del film €5.

I biglietti: prenotabili presso la biglietteria del Teatro delle Muse 071 52525 biglietteria@teatrodellemuse.org e da un’ora prima degli appuntamenti direttamente presso il Musebar.

Tutte le attività di Cinemuse sono affiancate da Musebar, un nuovo spazio a cura di Marche Teatro e Tipicità per valorizzare il connubio tra creatività e gusto rigorosamente Made in Marche; dove eccellenze artistiche ed enogastronomiche si incontrano. Un ringraziamento va anche Gagliardini per la collaborazione. Da un’ora prima e negli intervalli il Musebar sarà aperto per l’Apericine. www.marcheteatro.it

articolo pubblicato il: 24/01/2018

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy