periodico di politica e cultura 19 novembre 2017   |   anno XVII
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

cronache: Museo Federico II Stupor Mundi di Jesi

migliaia di visitatori

Superati nel fine settimana i 9000 visitatori per il Museo Federico II Stupor Mundi di Jesi, il primo interamente dedicato al grande imperatore svevo. A soli quattro mesi dall’inaugurazione, la struttura multimediale conquista il favore del pubblico, e dopo il flusso di turisti italiani e stranieri di questa estate sono ora in costante aumento le visite dei bambini e dei ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado. Nel mese di ottobre quasi 500 studenti di varie fasce di età hanno visitato il Museo Federico II e partecipato alle attività didattiche proposte.

Oltre all’attività museale, la nuova struttura si propone infatti come centro di cultura e divulgazione proprio nello stile di Federico II di Hohenstaufen, che fu non solo un grande politico e condottiero, ma anche un personaggio di rara intelligenza, un fine intellettuale e studioso capace di anticipare i tempi. Con le sue sedici sale tematiche, la struttura propone ai ragazzi un’esperienza multisensoriale per scoprire i castelli dell’imperatore, volare con i suoi falchi, vivere in prima persona le battaglie che hanno segnato un’epoca, attraverso installazioni multimediali, contenuti interattivi, audio experience, scenografie, costumi, ricostruzioni architettoniche, touch screen, docu-animation/docu-movie e videomapping.

Da settembre, all’apertura delle scuole, sono state promosse numerose proposte didattiche con percorsi appositamente studiati per le varie fasce d’età. Sono stati predisposti all’interno del Museo alcuni laboratori per bambini e ragazzi costruiti sui programmi scolastici che sono approfondimenti o propedeutici alle lezioni degli insegnanti; speciali attività didattiche abbinate a originali proposte di gite scolastiche all’insegna di arte, storia e natura sono state inoltre progettate in collaborazione con Archeo In Progress – Archeomega, la Riserva Naturale Regionale - Oasi WWF - "Ripa Bianca" di Jesi, la Casa dell’olio e della biodiversità di Maiolati Spontini e l’Abbazia di Sant’Urbano di Apiro.

Il Museo è stato istituito dalla Fondazione Federico II Stupor Mundi per volontà e con il contributo di Gennaro Pieralisi, con il contributo di Fondazione Marche e Regione Marche e in collaborazione con Comune di Jesi, Fondazione Pergolesi Spontini, Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, Fondazione Federico II Hohenstaufen. INFO: https://www.federicosecondostupormundi.it/

articolo pubblicato il: 08/11/2017

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy