periodico di politica e cultura 22 ottobre 2017   |   anno XVII
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

teatro: al Teatro Out Off di Milano

"I dispersi"

Teatro OutOff – dal 17 al 22 ottobre 2017 Prima nazionale

I dispersi

di Fernando Coratelli regia Margherita Remotti con Alberto Barbi, Donatella Bartoli, Marco S. Bellocchio, Ilaria Fioravanti, Margherita Remotti, Lisa Vampa produzione: Onion Square, Streghe & Fate in collaborazione con Teatro Out Off

I dispersi, di Fernando Coratelli, è una pièce in cui niente è quello che sembra, in cui escono allo scoperto le più profonde paure che abbiamo dentro di noi, amplificate nella nostra contemporaneità dalla cassa di risonanza dell’informazione, dell’essere connessi, del sentito dire che diventa realtà, dal grattacielo delle fake news. Nella redazione di una WebTv ai piani alti di un moderno Skyline entra una Donna senza nome che vuole denunciare una scomparsa. L’anchorwoman di punta del canale, Elda Moroni, le fa notare che ha sbagliato – la polizia è alcuni piani più sotto. La Donna afferma di cercare Elda Moroni che, lusingata, decide di ascoltarla. La Donna vuole denunciare la propria scomparsa. Elda capisce di avere di fronte il caso di cronaca più seguito del momento: una donna svanita che si è lasciata dietro il cadavere del marito e dei vicini di casa. Eccitata dal possibile scoop, la trattiene in redazione e chiama Marco, il regista, cameraman e tuttofare, e la sua collega Armida Lopriore, ombra e gregaria di Elda. La situazione però precipita. La Donna comincia a farneticare di apocalisse, invasione del loro mondo da parte di stranieri e guerra globale; accusa tutti loro di condurre un’esistenza scollata dalla realtà, in un mondo futuribile in cui la classe dirigente vive all’interno di Grattacieli autarchici, mentre il resto dell’umanità, nelle periferie, viene lasciata in balia di pestilenze, guerre e esodi. A questo punto Armida, madre timorosa e influenzabile, dà credito ai deliri della Donna e comincia a perdere la ragione. Tuttavia, al culmine della ricostruzione dei fatti, le due anchorwomen cambiano maschera per esigenze di palinsesto. Entra in scena la stagista Adele: deve andare in onda il videogiornale. Le due speaker si rincorrono verbalmente in un crescendo di notizie terrificanti al limite del surreale. Finché in collegamento FaceTime dalle periferie compare il Colonnello Dietrich von Bern, che si dice abbia preso il potere e abbia iniziato la costruzione di un Muro per difendere l’antica Nazione. Da questo momento tutta l’opera gioca sull’inversione tra informazione e realtà, fino alla scena finale in cui non si distingue più cosa sia vero da cosa sia falso. Orario: da martedì a venerdì ore 20.45; sabato ore 19.30; domenica ore 16.00 Biglietti: da €18,00 Teatro OutOff - via Mac Mahon, 16 - 20155 Milano – tel. 02.34532140

Fernando Coratelli è scrittore e autore teatrale. Ha pubblicato i romanzi: Altrotempo (Cadmo editore, 2008), Quando il comunismo finì a tavola (CaratteriMobili, 2011), la short story Lì dove niente può succedere (Lite-Editions, 2012) e La resa (Gaffi editore, 2013). Ha scritto la pièce L’ambigua storia di un bicchiere di Merlot, 2013 (Premio Fersen per la Miglior Regia, 2014) ed è coautore di Cosa vuoi che sia? 2014. È autore del musical Romeo & Juliet. Il nostro amore lo piangerà la Storia, con le musiche di Paolo Meneguzzi e Simone Tomassini, con la regia di Margherita Remotti, andato in scena a Lugano, 2017. Margherita Remotti, al cinema è protagonista femminile di New Order, regia di Marco Rosson, con Franco Nero (Los Angeles Italia Film Festival 2012) e di Mothers (2017), regia di Liana Marabini, con Christopher Lambert e Remo Girone. A teatro è attrice protagonista e aiutoregista di L’ambigua storia di un bicchiere di Merlot, di Fernando Coratelli, regia Luca Busnengo (Premio Fersen 2014 per la Miglior Regia). Nel 2014 è al Teatro Libero di Milano nel cast di Speaking In Tongues, regia di Michael Rodgers. Ha diretto il musical Romeo & Juliet. Il nostro amore lo piangerà la Storia, scritto da Fernando Coratelli, con le musiche di Paolo Meneguzzi e Simone Tomassini, che ha debuttato al Palazzo di Congressi di Lugano a maggio 2017.

articolo pubblicato il: 11/10/2017

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy