torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
Cervantes aperto

Giornata Mondiale del Libro e dei Diritti d'Autore a Roma


In occasione della “Giornata Mondiale del Libro e dei Diritti d’Autore”, mercoledì 23 aprile l'Istituto Cervantes di Roma apre le porte della sala esposizione di piazza Navona a tutti i cittadini romani, ai turisti, agli studenti e ai curiosi per una lettura collettiva.

Dalle 18 alle 21, infatti, si terrà un reading dedicato agli autori spagnoli e latino-americani il cui centenario dalla nascita si celebra quest'anno.

Gli argentini Julio Cortázar e Adolfo Bioy Casares , il messicano Octavio Paz, il cileno Nicanor Parra e lo spagnolo Joan Vinyoli.

Inoltre, verranno letti anche testi di *Santa Teresa de Jesús, al secolo Teresa Sánchez de Cepeda Dávila y Ahumada, protagonista di un incontro di approfondimento il 28 aprile alla Biblioteca Maria Zambrano, coordinato da María Vargas Nogales.

L’evento, organizzato in collaborazione con l’Associazione dei Catalanidi Roma, l’Istituto Etxepare *e il Consello da Cultura Galega, verrà inaugurato dal direttore dell'Istituto Cervantes di Roma, Sergi Rodriguez.

Tra i lettori anche diplomatici di ambasciate dei paesi dell'America Latina, docenti universitari, intellettuali e chiunque voglia portare un libro e scambiarlo con un altro.

In particolare verranno letti testi in tutte le lingue ufficiali della Spagna, permettendo al pubblico, che avrà una traduzione, di ascoltare la musicalità del castigliano, del catalano, del basco, del galiziano e di approfondirne la conoscenza.

A tutti i partecipanti sarà donata, come da tradizione, una rosa.

L'idea di questa celebrazione è nata in Catalogna, dove il 23 aprile, giorno di San Giorgio, una rosa viene donata per ogni libro venduto. Inizialmente istituita il 7 ottobre del 1926 per commemorare la nascita di Miguel de Cervantes, la Giornata Mondiale del Libro fu ideata da Vicent Clavel Andrés, scrittore ed editore di Valencia, che la propose alla Cámara Oficial del Libro della città e ricevette l’approvazione del Governo, con Alfonso XIII che istituì ufficialmente la “Festa del Libro Spagnolo”.

Nel 1930 si decise di cambiare la data al 23 aprile, giorno della morte di Cervantes, oltre che di William Shakespeare e Inca Garcilaso de la Vega.

Nel 1995 l’UNESCO proclamò ufficialmente la “Giornata Mondiale del Libro e dei Diritti d’Autore”, con oltre 80 paesi che rendono omaggio a questo giorno.

articolo pubblicato il: 19/04/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it