torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
bilancio di Klimahouse

alla Stazione Leopolda di Firenze


Il forte impegno nella divulgazione di una cultura energetica alternativa a quella del petrolio e il riconoscimento di “Klimahouse” quale fiera di riferimento anche per il mercato del centro Italia hanno fatto si che ouse7.200 operatori del settore visitassero la prima edizione di Klimahouse Toscana, mostra-convegno per il risanamento ed efficienza energetica in edilizia alla Stazione Leopolda di Firenze. Accanto all’esposizione di 158 aziende del settore hanno riscosso un notevole successo i convegni e le visite guidate a case clima sul territorio toscano.

“L’Alto Adige ha il ruolo di essere ponte tra nord e sud ma anche di comunicare le nuove necessità”, afferma Reinhold Marsoner, Direttore di Fiera Bolzano – “questa prima edizione a Firenze di Klimahouse conferma che la filosofia e la realtà rappresentata dal progetto CasaClima, diffuso attraverso l’evento fieristico Klimahouse in tutta Italia, sono arrivate anche al centro del nostro Paese. Un grazie sincero anche a tutti i partner locali e nazionali, che hanno collaborato al programma formativo ed informativo a corredo della manifestazione che ha scaturito un elevato interesse da parte di 2.760 partecipanti in tre giorni all’offerta di visite guidate, congressi e workshop, ma anche alle 158 aziende, il 14% dall’estero, il 18% dal trentino Alto Adige, il 31% dalla Toscana e il restante 37% dal resto d’Italia. Ci aspettavamo 6.000 visitatori e con i 7.200 visitatori registrati abbiamo ottenuto un risultato ben superiore che ci conferma Firenze sia la location giusta per ospitare questo evento”, conclude il Direttore di Fiera Bolzano. vSono stati 2.760 in totale i partecipanti ai 23 appuntamenti tra convegni e seminari sviluppati nelle tre giornate della fiera, che hanno visto come filo conduttore quello della tecnologia applicata alla riqualificazione delle preesistenze architettoniche, focus su cui vertono le presentazioni di case history concrete applicate sul territorio toscano. Oltre al calendario di appuntamenti presso la Stazione Leopolda sono state organizzate anche tre visite guidate tecniche ad alcuni edifici presenti sul territorio toscano e costruite secondo la filosofia CasaClima.

La manifestazione ha richiamato un pubblico specializzato, dall’indagine condotta da Fiera Bolzano su 381 intervistati, l’87,4% ha dichiarato di visitare la fiera per motivi legati alla propria professione e il 42,3% ha confermato di voler concludere affari con gli espositori contattati. Il 92,6% degli intervistati ha valutato positivamente la manifestazione, solo il 3,4% non la ha trovata soddisfacente e il 4% non ha risposto.

I visitatori provengono principalmente dalla Toscana (71,1%), una buona percentuale anche dal Lazio (6,8%), seguito da Umbria (3,9%), Campania (3,7%) e Marche (3,4%). Lo 0,8% è venuto da Paesi esteri e il restante dalle altre regioni italiane.

Gli espositori sono stati molto soddisfatti dei risultati ottenuti in questi tre giorni:

Antonio Busa di Design house italia srl afferma:"In proporzione vedo la stessa affluenza di Bolzano. Noi abbiamo scelto la Toscana perché tra le linee politiche di Renzi ritroviamo la sensibilità al tema dell'efficienza energetica e del risanamento in edilizia. Siamo presenti con la rete vendita anche qui e le nostre case sono fresche quindi molto adatte per queste zone. Abbiamo riscontrato molti contatti di qualità in questa fiera".

Stefano Cucchetto della Greithwald herde srl racconta: "A Klimahouse Toscana c’è stata molta gente e molto interesse, soprattutto da parte dell'utente finale. Abbiamo scelto la Toscana perchè è una zona nuova e abbiamo bisogno di farci conoscere soprattutto dove non siamo mai stati. Firenze inoltre è una città prestigiosa che ha un bel bacino di utenza." Riccardo Rossi di Sto Italia srl dichiara: “Siamo partner di CasaClima e da sempre esponiamo anche a Bolzano, quindi non potevamo mancare in Toscana visto che la nostra sede è ad Empoli. Il feedback di questa prima edizione è molto e positivo con una buona affluenza”.

Francesco Campigli di Campigli Legnami è molto soddisfatto dell’affluenza di pubblico: “Era da molto tempo che sollecitavamo la presenza di Klimahouse in Toscana e siamo contenti che sia finalmente approdata”.

Simone Alberi di KME Italia Spa afferma: “Klimahouse Toscana è una conferma: buon afflusso e una qualità alta di visitatori”.

articolo pubblicato il: 31/03/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it