torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

libri
"Pedro Felipe"

presentazione a Napoli


Mercoledì 26 marzo alle ore 18 al Marotta&Cafiero store, sito nel foyer del Teatro Bellini di Napoli, ospiteremo la presentazione del libro Pedro Felipe di Emanuele Tirelli edito da Caracò Editore. Con l’autore sarà presente l’editore Mario Gelardi. Modera Valentina Castellano, Responsabile M&C store Letture di Carlo Caracciolo

PEDRO FELIPE di Emanule Tirelli - Collana Singoli

Spagna. Pedro Felipe Colella nasce nel quartiere del Polve da una famiglia di origini italiane trasferitasi per aprire un negozio di abbigliamento. Nel 1988 Pedro ha sette anni e i suoi genitori decidono di tornare a Milano, una città che lo accoglie già italiano e dove assiste a due eventi che gli cambieranno la vita: la morte di nonna Alba prima e quella di zia Letizia poi. A Milano, il Polve vive ancora nei ricordi di Pedro. A Milano ha nuovi amici, nuove avventure e nuovi luoghi come il bar Gli amici del Muchacho. Il Muchacho è anche lui emigrato dalla Spagna. Ha una storia e ha una figlia, Claudia, che diventa la compagna di Pedro. Nato in febbraio nel Polve, in febbraio ci ritorna con Claudia per cercare una nuova vita. Ma da quel momento gli avvenimenti precipitano inesorabilmente.

Un romanzo che è la narrazione di più luoghi, di più sentimenti e di più linguaggi. Dalla Spagna all’Italia e dall’Italia alla Spagna. Pedro Felipe Colella è il protagonista e il pensiero di questa storia in cui il bene e il male si incontrano tanto da vicino da non riconoscersi e da animare la vita di tutti i personaggi che si muovono intorno a lui. Legami che distendono, legami che feriscono e altri ancora che non vengono compresi. Lotte che appartengono al passato e lutti così presenti da cambiare il corso della storia. È il ritratto di una grande passione per una donna, per la propria famiglia, per la propria terra, per il mare che bagna tutto senza prenderlo. Un mare, appunto, che non c’è, perché lascia le pareti di una stanza color blu e un luogo in cui il pensiero diviene la realtà dei ricordi.
INGRESSO LIBERO

articolo pubblicato il: 24/03/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it