torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
"Venti di verità"

a Ladispoli


Contro violenze, ingiustizie, regimi, al fianco di chi racconta con coraggio guerre, conflitti e malaffare. Per ricordare la giornalista Ilaria Alpi e il cameraman Miran Hrovatin a 20 anni dalla loro tragica uccisione a Mogadiscio (Somalia) avvenuta nel 1994, Green Cross Italia organizza “Venti di verità”: il 20 marzo 350 studenti che frequentano l’istituto comprensivo Ilaria Alpi di Ladispoli (Roma) incontreranno alcuni protagonisti del giornalismo d’inchiesta nella sala consiliare del Comune ladispolano.

Ad aprire l’incontro sarà il reporter del Tg3 Santo Della Volpe con una testimonianza personale e la proiezione di uno speciale realizzato per il premio televisivo Ilaria Alpi. L’inviato di guerra del Tg2 Fabio Chiucconi illustrerà ai ragazzi le difficoltà e i pericoli che corrono i giornalisti nelle aree di crisi, e di come questo lavoro sia cambiato negli ultimi tempi. Interverrà poi il cartoonist Marco Giolo che, con il suo studio di animazione, sta realizzando il film “Ilaria & Miran. Alla ricerca della verità”. La pellicola, la cui lavorazione procede a rilento a causa della mancanza di fondi, vuole raccontare con semplicità ai giovanissimi la storia di Ilaria e Miran, le loro inchieste, il tragico epilogo. A Ladispoli nella sala consiliare i ragazzi vedranno dieci minuti del cartoon, doppiato con le voci originali dei protagonisti, tratte da riprese video e spezzoni di interviste.

A chiudere l’appuntamento sarà il giornalista del quotidiano Avvenire Antonio Maria Mira, che è stato consulente della Commissione parlamentare d’inchiesta sull'omicidio Alpi-Hrovatin, uno dei tanti casi italiani che non ha ancora trovato verità giudiziarie, caratterizzato da omertà e depistaggi. Dalle indagini sui rifiuti tossici che la giornalista stava conducendo in Somalia si passerà ai temi ambientali di stringente attualità: la Terra dei Fuochi e gli altri scandali legati alla malavita e alla gestione fallimentare dei rifiuti.

Sarà proprio sul tema dei rifiuti che quest’anno si confronteranno gli studenti dell’istituto Ilaria Alpi: seguendo l’esempio della reporter e sotto la guida dei loro insegnanti, i ragazzi realizzeranno reportage e inchieste sul loro territorio e parteciperanno alla XXII edizione del concorso “Immagini per la Terra”, iniziativa di educazione ambientale promossa da Green Cross, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione. «Educare i nostri ragazzi alla legalità e alla salvaguardia dell’ambiente è il primo passo per costruire una società più giusta» dichiara il presidente di Green Cross Italia Elio Pacilio. «Non a caso abbiamo scelto di parlare agli studenti di una scuola intitolata a Ilaria Alpi, anche per rievocare la forza e il dovere del giornalismo d’inchiesta. Perché ognuno di loro possa portare in futuro con sé un po’ del lavoro svolto da reporter coraggiosi, un lavoro che non conosce incertezze e compromessi quando cerca la verità. Solo così il sacrificio di Ilaria e Miran non sarà stato vano». Per non dimenticare, Green Cross pianterà un albero di ulivo nel cortile della scuola.

articolo pubblicato il: 18/03/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it