torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Giulio Cesare"

al Teatro Annibal Caro di Civitanova Marche


Proseguono con Giulio Cesare - spettacolo selezionato dallo Shakespeare Globe Theatre di Londra a rappresentare l'Italia all’interno del Festival Globe to Globe 2012 in occasione delle Olimpiadi di Londra 2012 e vincitore del Certamen ALMAGR-OFF Festival Internationaldi Teatro Clasico de Almagro 2012 - gli appuntamenti della stagione di prosa del Teatro Annibal Caro promossa dal Comune di Civitanova Marche, dall’Azienda Teatri di Civitanova e dall’AMAT.

“Si respirano le atmosfere del lituano Eimuntas Nekrosius nell'impianto scespiriano del Giulio Cesare messo in scena dal regista Andrea Baracco” scrive il critico teatrale Giuseppe Distefano a proposito dello spettacolo in scena a Civitanova venerdì 14 marzo. Emerge la forza evocativa delle parole del testo in questo intenso lavoro che fa affiorare immagini, gesti e segni affogati in luci nette, per raccontarci, in fondo, una storia di uomini fragili. Gessi taglienti come lame per incidere il colore del sangue su una poltrona nera, sfondata e sghemba, eletta a emblema del potere, a trappola di pensieri nefasti. Sedia come oggetto su cui si materializza, ma solo nell'immaginazione, il corpo di Cesare sul quale infliggere le ventitré pugnalate mortali. “E ci sono spose in bianco e in nero – prosegue Distefano - che s'aggirano fra i loro uomini, a predire, inascoltate, sciagure e tempi bui. E c'è, ancora, un flusso ininterrotto di musiche, folate di suggestioni sonore dove la minaccia e l'inquietudine sono continuamente presenti.”

The Life and Death of Julius Caesar è una tragedia in versi e prosa composta nel 1598-99 e rappresentata per la prima volta nel 1599 al Globe Theatre di Londra appena costruito e acquisito dalla compagnia di cui Shakespeare era socio. Appartiene ai cosiddetti drammi classici, dove la lettura del mondo classico diviene lo spazio simbolico in cui poter rappresentare i problemi del presente, in un senso universale. In questa edizione Baracco e i suoi sei bravi interpreti, al di sotto dei 35 anni, con semplici e visionarie invenzioni sceniche si confrontano sui tratti dei personaggi e sulla loro fragile umanità, fatta di dubbi e turbamenti, incertezze e decisioni affrettate, scatti di violenza e pentimenti. L’intensità delle vicende e delle passioni che portarono all’assassinio di Cesare emerge come un fiume in piena sullo sfondo di una Roma livida e ferocemente allucinata, di una società colta nell’attimo del crollo, vittima del proprio fallimento intellettuale, spirituale e politico.

Lo spettacolo è prodotto da Benvenuti srl - Lungta Film in collaborazione con Teatro di Roma, l’adattamento è di Vincenzo Manna e Andrea Baracco. Gli attori in scena sono Giandomenico Cupaiuolo, Roberto Manzi, Ersilia Lombardo, Lucas Waldem Zanforlini, Livia Castiglioni, Gabriele Portoghese

Per informazioni e biglietti (da 10 a 20 euro): Teatro Rossini 0733 812936, Teatro Annibal Caro 0733 892101 il giorno di spettacolo dalle ore 18.30. Inizio spettacolo ore 21.15.

articolo pubblicato il: 11/03/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it