torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
svizzeri in Toscana

imprenditori agricoli elvetici


I terreni agricoli della penisola sono praticamente diventati la "banca" degli svizzeri che con il 16% del totale delle proprietà agricole sono la nazionalità più rappresentata tra gli imprenditori agricoli stranieri presenti in Italia, proprio mentre gli italiani sono tentati dall'esportare i propri capitali per metterli in sicurezza.

Sono i dati diffusi da Coldiretti, sulla base dell'analisi del rapporto dell'Istituto Nazionale di Economia Agraria (Inea-Infocamere.

In Toscana poi, sottolinea l'associazione, si può parlare di un vero e proprio assalto: gli imprenditori agricoli stranieri sono il 15,1% in più rispetto al 2006. Complessivamente sono 2.392 gli imprenditori agricoli, tra comunitari ed extracomunitari, che operano in Toscana, il 13,8% degli oltre 17 mila imprenditori stranieri che in Italia hanno deciso di vivere e investire.

Sul podio degli investitori stranieri in Italia - continua Coldiretti - ci sono a seguire i tedeschi (15%) ed i francesi (8%).

In Toscana, il fenomeno coinvolge tutte le province, con Siena e Firenze al top: da Sting, a Figline Valdarno, il più celebre dei contadini vip, all'ex chief executive della Time Warner Richard Parsons impegnato nella produzione di Brunello di Montalcino, fino ai più recenti investimenti di imprenditori sudafricani alla conquista del Chiantishire.

articolo pubblicato il: 09/03/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it