torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Tetradramma"

allo Spazio Artefia di Napoli


Su il sipario su Tetradramma, lo spettacolo teatrale dedicato alla donna che va in scena da venerdì 7 marzo, fino a domenica 9 marzo presso lo Spazio Artefia in vico Cacciottoli 53 a Napoli, interpretato dall’attrice Gioia Spaziani.

Uno spettacolo tutto al femminile, proprio nel weekend della giornata dedicata alle donne, in cui teatro e filosofia si incontrano in un itinerario grottesco dove la nota attrice, interpretando una psiche che si identifica con la propria dimensione corporea e mondana, giunge a un epilogo di delirante scoperta della propria inautenticità.

Una suggestiva rappresentazione in cui protagonista è l’eccesso, anche visivo, e dove oggetti, costumi e gli stessi attori si trasformano prendendo forme assurde, mostruose e inaspettate, mutando e stupendo il pubblico nella loro sproporzionalità ed esuberanza estetica. Un grande puzzle di specchi infranti fa da sfondo alla scena, su cui vengono proiettate immagini che creano un’insolita scenografia, con cui la stessa attrice dialoga e interagisce.

Tetradramma approda a Napoli, dopo aver aperto l’ultima edizione del Festival della Filosofia in Magna Grecia nel Cilento, l’evento culturale dedicato ai ragazzi delle scuole, quest’anno ispirato a ”Conosci te stesso”, tema filosofico su cui la stessa rappresentazione è incentrata. Ad aprile lo spettacolo inaugurerà la nuova edizione della manifestazione che attende più di mille studenti provenienti da tutta Italia.

La pièce, scritta da Barbara Florenzano e diretta da Vincenzo Maria Saggese, è un vero e proprio percorso esistenziale scandito da alcuni passi tratti dal Simposio platonico, con testi di Gabriele D'Annunzio (Alcyone "canta la gioia"), Pablo Neruda (Venti poesie d'amore, XIX) ed Edward Estlin Cummings (Poesie "Tulips and Chimneys", 11).

Sul palco con la Spaziani, la giovanissima figlia Sofia Saggese, che interpreta il suo daimon, il demone che nella filosofia socratica rappresenta la voce interiore con cui si dialoga e a volte tormenta.

Lo spettacolo è prodotto dall’Associazione di promozione sociale e culturale Artefia, sede di produzioni e laboratori dedicati al mondo del teatro, fondata nel 2009 dalla stessa attrice insieme all’attore, regista e formatore Vincenzo Maria Saggese.

TETRADRAMMA-7/8/9 MARZO Venerdì e sabato ore 20.30-Domenica ore 18 Ingresso 10 euro - senza tessera 12 euro Posti limitati, prenotazione obbligatoria: 333 9194550 /3491940523 Spazio Artefia in vico Cacciottoli 53, Napoli (Vomero)

articolo pubblicato il: 05/03/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it