torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

spettacolo
"Scarpe"

al Teatro Sanzio di Urbino


Domenica 9 marzo Urbinoinscena, stagione del Teatro Sanzio promossa da Comune di Urbino Assessorato alla Cultura e AMAT, propone con Scarpe di Sosta Palmizi l’ultimo appuntamento della stagione dedicato ai ragazzi con uno spettacolo di danza nel quale il coreografo Giorgio Rossi trae spunto dalla scarpa come parabola poetica dell’esperienza vissuta e della memoria collettiva ed individuale.

Lo spettacolo – con inizio alle ore 17 - unisce danza contemporanea e nouveau cirque, delicati passi di danza s’intrecciano a spettacolari acrobazie aeree e a terra generando l’atmosfera magica delle fiabe. Giorgio Rossi danza questa storia per i bambini, la racconta con leggerezza come una favola di scarpe sotto un cielo di luna che illumina i passi di stravaganti personaggi su un sentiero misterioso, perché nessuno meglio dei bambini può credere ad una favola di scarpe, strabuzzare gli occhi e capire cosa raccontano. Scarpe consumate che camminano nei campi e schiene piegate a raccogliere il grano, scarpe dure che solcano i campi minati con il peso dei fucili da trasportare, scarpe abbandonate in un prato e rugiada sotto i piedi, scarpe vanitose che attraversano il mondo come fossero l’unica cosa preziosa per le strade, scarpe che dondolano allegre sull’altalena, che sono ai piedi da tutto il giorno o che girano i tacchi e se ne vanno, scarpe slacciate che corrono a perdifiato e ginocchia sbucciate. La scarpa come parabola poetica dell’esperienza vissuta e della memoria collettiva ed individuale. Un susseguirsi d’immagini che partono dai piedi e conducono l’immaginazione al rammentare degli anziani che seduti sotto l’ombra fresca degli alberi smettono di giocare a carte per raccontare della donna più bella mai vista e di come ballava con le ballerine rosse o degli scarponi indossati dai partigiani che non erano adatti alla guerra ma c’erano solo quelli.

I danzatori in scena sono Erika Bettin, Fabio Nicolini, Giorgio Rossi e Francesco Sgrò. Il disegno luci dello spettacolo è di Mara Cugusi.

Per informazioni e biglietti (posto unico 8 euro, ridotto 5 euro): biglietteria Teatro Sanzio (0722 2281) due giorni precedenti lo spettacolo, venerdì ore 16-20 e sabato ore 11-13/18-20. Il giorno di spettacolo biglietteria dalle ore 16. Per informazioni, prenotazioni e prevendita (fino alle ore 15 di venerdì) AMAT 071 2072439.

articolo pubblicato il: 05/03/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it