torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

spettacolo
"Scene da un matrimonio"

al Teatro Dell'Orologio di Roma


dominiopubblicodanza Teatro Dell’Orologio, 7 e 8 marzo ore 21.00 – domenica 9 marzo ore 17.30

Scene da un matrimonio

di Roberto Castello interpreti Alessandra Moretti, Mariano Nieddu, Fabio Pagano

musiche AAVV produzione ALDES, in collaborazione con i festival Danza Urbana (BO) e Urban Bodies (GE) con il sostegno di MIBACT, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Direzione Generale per lo spettacolo dal vivo, Regione Toscana - Sistema Regionale dello Spettacolo

Al Teatro dell’ Orologio di Roma, per la stagione congiunta DOMINIO PUBBLICO, Roberto Castello /Aldes presenta, per la prima volta a Roma, dal 7 al 9 marzo 2014, un noto pezzo di repertorio dal titolo “Scene da un matrimonio”, spettacolo creato nel 2008 per contesti urbani riadattato per l'occasione in forma teatrale. Sulla scena saranno gli interpreti Alessandra Moretti, Mariano Nieddu, Fabio Pagano a rappresentare la performance ideata da Roberto Castello.

Lo spettacolo dalla durata di 45 minuti racconta di una coppia di sposi in scarpe da tennis, seguita da uno strano personaggio che una volta sceso da un autobus in corsa, offre calici di champagne al pubblico raccolto alla fermata e lo invita a muoversi per le vie cittadine. I brindisi continuano finché gli sposi si immobilizzano come statue, non per sottoporsi ai flash del servizio fotografico, ma per diventare statue malleabili nel le mani dell' istrionico accompagnatore, che d'ora in poi li manipola, li dirige, gioca con loro in una serie di sketch divertenti, grotteschi e poetici al tempo stesso. Mescolando abilmente humour e ironia - scherno nascosto sotto il velo della serietà e serietà travestita da motto di spirito questa stralunata festa di nozze costringe ad un costante spostamento concettuale e ad una provocatoria ridefinizione degli spazi, personali e pubblici, urbani e teatrali. Una sorridente e rumorosa narrazione cinematografica per quadri supportata, in omaggio alla cultura musicale di un popolo capace di festeggiare veramente, da una colonna sonora di musiche zingare, popolo oggi più che mai detestato e vilipeso, forse anche perché, contrariamente a noi, sembra del tutto impermeabile alla convinzione che il senso profondo del la vita sia quello di accumulare cianfrusaglie.

Roberto Castello (1960), danzatore, coreografo e insegnante, nel 1980 entra a far parte del “Teatro e danza La Fenice di Carolyn Carlson”. Nel 1984 è tra i fondatori di Sosta Palmizi. Nel 1993 fonda ALDES con cui conduce sperimentazioni tra danza, arti visive e nuove tecnologie. Premio UBU nel 1986 e nel 2003. Dal 2005 è docente di coreografia digitale presso l’Accademia delle Belle Arti di Brera Due di Milano. Nel 2008 è tra i fondatori di SPAM! rete per le arti contemporanee (www.spamweb.it) Sito: www.aldesweb.org

Teatro dell’Orologio Via de Filippini 17/A biglietti: € 8 tel: 066875550 email: teatroorologio@gmail.com

articolo pubblicato il: 04/03/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it