torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
"Funzione guerriera"

Conferenze, performance, mostre, proiezioni con donne dissidenti e autorevoli a Reggio Emilia


Funzione guerriera

Incontri con donne dissidenti e autorevoli del nostro tempo Conferenze, performance, mostre, proiezioni nei luoghi della città storica

Reggio Emilia, 28 febbraio > 02 marzo 2014

Claudia Castellucci, Margherita Giacobino, Michela Marzano, Luisa Muraro, NicoNote, Nadia Pizzuti Amore Amaro, Amica nostra Angela, Forbidden Voices

un progetto del Comune di Reggio nell'Emilia realizzato nell’ambito di Primavera Donna 2014 a cura di Laura Severini e Adele Cacciagrano in collaborazione con CGIL Camera del Lavoro Territoriale di Reggio Emilia Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, Fondazione I Teatri di Reggio Emilia Galleria d’Arte 2000&novecento

E’ stata presentata questa mattina presso la Sala del Plenisfero della Biblioteca Panizzi ‘Funzione Guerriera’, rassegna del Comune di Reggio Emilia, curata da Laura Severini e Adele Cacciagrano, che, inserita nell’ambito di Primavera donna 2014, tre mesi di iniziative al femminile, dal 28 febbraio al 2 marzo incontrerà nei luoghi della città storica di Reggio Emilia donne dissidenti ed autorevoli del nostro tempo che, attraverso linguaggi diversi, hanno messo in scacco sistemi di pensiero patriarcali o andro-centrici.

Sono intervenuti: Natalia Maramotti, Assessora alla Cura della Comunità e allo Sviluppo Economico, Laura Severini e Adele Cacciagrano, curatrici della rassegna, Roberta Mori, Presidente Commissione per la Parità Assemblea Legislativa Regione Emilia-Romagna, Roberta Mineo, docente Studi di Genere, Dipartimento Educazione e Scienze Umane UNIMORE, Ramona Campari, Segreteria CGIL-Camera del Lavoro Territoriale di Reggio Emilia, alla presenza di Giordano Gasparini, dirigente della Biblioteca Panizzi che ha ospitato la conferenza, e di tutti i collaboratori e sostenitori del progetto.

‘Non c'è potere senza autorevolezza e non c'è autorevolezza senza autorialità – afferma l’Assessore Maramotti - Il progetto Funzione Guerriera incontra donne autorevoli e dissidenti ma soprattutto autoriali, ossia capaci di pensiero originale. E’ di questo femminile e di questi pensieri di cui ha bisogno la società italiana così instancabilmente alla ricerca di una nuova grammatica del potere delle sue relazioni utili alla costruzione dell'interesse generale. Significa riportare al centro del discorso la cura intesa come postura nei confronti delle cose. Se la cura dominasse la questione politica, sicuramente non vedremmo la predominanza di atteggiamenti così bassi.’

Le donne hanno affinato nei secoli una capacità politica e strategica che Angela Putino, filosofa napoletana e convinta femminista scomparsa nel 2007, definiva funzione guerriera. Un invito quindi a riconsiderare l’importanza di quella funzione non solo di trasgressione ma di tattica e strategia, di azioni puntuali e determinate, di momentanee discese a compromessi come tappe di un estremismo che trova nella libertà di espressione di ogni singola donna e di tutte le donne, il proprio nutrimento, obiettivo e culmine.

Ad aprire la manifestazione, venerdì 28 febbraio (inaugurazione 27 febbraio ore 18.30, Galleria Parmeggiani), sarà la mostra ‘I Passanti’ di Claudia Castellucci, co-fondatrice della Societas Raffaello Sanzio, una collezione di ritagli di giornali, con commenti dell’artista. Immagini pescate ed estratte dal flusso quotidiano che comprendono fotografie di stadi e di guerra, ritratti di personaggi politici e religiosi, perfetti sconosciuti, pubblicità di abbigliamento o arredamento sottratti dall’artista dal loro contesto e dalla loro funzione primaria di informare per essere restituiti al pubblico con rinnovato sguardo. La mostra, che rimarrà aperta al pubblico sino al 9 marzo, è accompagnata dal video ‘I Passanti (via Zara). Commemorazione saprofita’ (durata 15’ in loop) che Claudia Castellucci, insieme a Filippo Tappi, ha girato nelle vie di una città. L’azione, che si svolge davanti a un muro su cui è stata trovata l’imprimitura di un’effigie dal forte impatto monumentale, cerca di pervertirla agendo sul concetto di monumento, e su una durata partorita dalla Storia.

Due gli incontri-conferenze con donne scrittrici impegnate sulle battaglie femminili o su tematiche di genere. Margherita Giacobino, scrittrice, giornalista e traduttrice, presenterà un percorso biografico-letterario su guerriere e pasionarie nell’incontro organizzato da UNIMORE intitolato ‘Guerriere Ermafrodite Cortigiane…’ che si svolgerà venerdì 28 febbraio (ore 11, Aula 4 Complesso universitario Palazzo Dossetti). Moderato dal prof. Giorgio Zanetti, direttore del Dipartimento di Educazione e Scienze Umane dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, l’incontro sarà incentrato sul tema dell’impegno politico e della lotta per la libertà da Mary Wollstonecraft a Phoolan Devi, ovvero come la passione politica passa attraverso il corpo e il desiderio per farsi scrittura, romanzo e poesia. Sarà peraltro occasione per anticipare la pubblicazione di Sorella Outsider, traduzione degli scritti politici della poeta femminista Audre Lorde.

Michela Marzano, filosofa, attualmente parlamentare Pd e collaboratrice di ‘La Repubblica’, domenica 2 marzo (ore 11, Sala degli Specchi del Teatro Valli) presenterà il suo ultimo libro ‘L’amore è tutto: è tutto ciò che so dell’amore’ (UTET, 2013). A dialogare con l’autrice sarà Michelina Borsari, direttrice scientifica del festivalfilosofia di Modena, in un incontro organizzato in collaborazione con la Fondazione I Teatri nell’ambito di ‘Finalmente Domenica’. Michela Marzano conosce l'arte di parlare di sé, delle proprie esperienze, delle proprie vicende, per spiegare sentimenti universali in cui è impossibile non riconoscersi. E’ convinta che, con le teorie e con i libri, l'amore c'entri poco o niente: l'unico amore che vale la pena di essere raccontato è quello quotidiano, reale, concreto. "L'amore che siamo e che ci portiamo addosso."

Attraverso una selezione di documentari si mostreranno i percorsi biografici di alcune donne singolari. ‘Amica nostra Angela’ è il documentario di Nadia Pizzuti (produzione Fogliadilimone, durata 40’) sulla filosofa Angela Putino, nota per la sua attenzione al pensiero di Simone Weil e per i temi quali la funzione guerriera delle donne, la relazione come territorio vitale, il potere biopolitico come derivazione delle competenze materne. La proiezione prevista venerdì 28 febbraio (ore 17.30, Cinema Cristallo), organizzato dalla CGIL–Camera del Lavoro Territoriale di Reggio Emilia, sarà introdotta dalla filosofa Luisa Muraro e la regista Nadia Pizzuti.

Con ‘Amore Amaro’, venerdì 28 febbraio (ore 16, Galleria 2000&novecento), il documentario di Francesco Raganato (produzione Sky Arte – Todos contentos y yo tambien, durata 28’ in loop) incontriamo la nodosa vita della fotografa Letizia Battaglia a Palermo e il suo immenso repertorio fotografico che racchiude scatti, per lo più in bianco e nero, della fotografa delle stragi di mafia. Una donna, probabilmente l’unica, che ha potuto accedere ai luoghi di Cosa Nostra e che ha fissato nella memoria collettiva l’ascesa e la morte di Giovanni Falcone.

Sulla repressione e la mancanza di libertà è il documentario di denuncia del 2012 ‘Forbidden voices: how to start a revolution with a laptop’ di Barbara Miller (produzione Accent Films International Ltd/Das Kollektiv für audiovisuelle Werke GmbH, durata 92’, in lingua originale con sottotitoli in italiano), sabato 1 marzo ore 16.30, Cinema Cristallo, che racconta la storia di tre giovani blogger dissidenti, la cubana Yoani Sánchez, nella sua lotta contro il comunismo cubano, l’iraniana Farnaz Seifi, costretta all’esilio dal regime iraniano, e la cinese Zeng Jinyan, agli arresti domiciliari insieme alla figlia mentre il marito deve scontare tre anni e mezzo di galera per il suo attivismo politico. Una nuova generazione di ‘resistenti’ attraverso la rete e i social network.

Cantante e performer riminese, NicoNote presenta sabato 1 marzo lo spettacolo-concerto ‘Fever 103°’ (ore 21, Spazio Gerra), perfomance di voce e poesia dedicata alla figura controversa della poetessa e scrittrice Sylvia Plath. Artista eclettica e versatile, Nicoletta Magalotti conduce una sua personale ricerca vocale ed espressiva, che la porta a prediligere l’esperienza sonora e drammaturgica.

Funzione Guerriera è un progetto del Comune di Reggio nell’Emilia realizzato nell’ambito di Primavera Donna 2014 a cura di Laura Severini e Adele Cacciagrano in collaborazione con CGIL Camera del Lavoro Territoriale di Reggio Emilia Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Fondazione I Teatri di Reggio Emilia Galleria d’Arte 2000&novecento con il sostegno e patrocinio di Regione Emilia-Romagna con il patrocinio di Provincia di Reggio Emilia mediapartner RaiRadio3 con il sostegno di Conad Centro Nord, Walvoil spa, Coopservice, Cir Food, Confesercenti Reggio Emilia, Confcommercio Reggio Emilia, Banca Popolare dell'Emilia Romagna, Studio Paola Ligabue, Isolgronde s.n.c con il contributo di Studio Dott.ssa Maria Paglia Federazione Ipasvi

I luoghi Galleria Parmeggiani > corso B. Cairoli, 1 Galleria 2000&NOVECENTO > via Emilia San Pietro, 21 Aula 4 Complesso Universitario Palazzo Dossetti - UNIMORE > viale A. Allegri, 9 Cinema Cristallo > via G. Ferrari Bonini, 4 Spazio Gerra > Piazza XXV Aprile, 2 Teatro Municipale Valli > Piazza Martiri del 7 Luglio, 7

articolo pubblicato il: 25/02/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it