torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

spettacolo
dittico di danza

al Teatro Annibal Caro di Civitanova Marche


Civitanova Marche conferma la sua vocazione di città della danza aperta alla esperienze più innovative della scena internazionale. Come accade ormai da molto tempo, Civitanova Danza – sia nella versione estiva di festival che in quella autunno-invernale di rassegna – non si limita a ospitare spettacoli in tournée ma collabora alla loro realizzazione grazie alle residenze di allestimento ospitate nella città alta che vanno sotto il nome del progetto Civitanova Casa della Danza. Grazie alla presenza dell’attrezzata foresteria Imperatrice Eugenia nelle immediate vicinanze del Teatro Annibal Caro, gli artisti trovano le condizioni ideali - in lunghi soggiorni di lavoro - in cui sviluppare le loro nuove creazioni.

L’ultima esperienza di questo genere è quella che si sta svolgendo in questi giorni – e proseguirà fino al 6 marzo – con la compagnia di Helen Cerina per l’allestimento del dittico Iperrealismi [studio] e Du liebst mich zu viel che sarà presentato al pubblico il 6 marzo al Teatro Annibal Caro – il primo brano in forma di studio della durata di 30 minuti prima del debutto a Roma previsto il 4 aprile, il secondo assolo in forma definitiva - nell’ambito di Civitanova Danza tutto l’anno, diciassettesima edizione della rassegna promossa dal Comune di Civitanova Marche, dai Teatri di Civitanova e dall’AMAT.

Helen Cerina è un’interessante coreografa e danzatrice italiana di origine inglese che aderisce a Matilde, piattaforma della nuova scena promossa da Regione Marche e AMAT. In Iperrealismi [studio] e Du liebst mich zu viel propone un originale e affascinante confronto con il gesto nelle sue diverse espressioni. “Riproduciamo nel dettaglio una situazione reale, video registriamo la riproduzione, riproduciamo questa seconda registrazione, ci ri-filmiamo e ri-riproduciamo quest'ultima registrazione e di nuovo ri-filmiamo e ri-riproduciamo... poi mostriamo dove arriviamo, svelando da dove siamo partiti. Una poesia per il gesto”, spiega Helen a proposito di Iperrealismi. “Il lavoro è un’indagine sulla disconnessione – prosegue la coreografa parlando di Du liebst mich zu viel - sul segno che rimane traducendosi in altro. Un’accusa di troppo amore. In fondo (nel far arte) si insegue sempre l’ombra evanescente dell’amore, poiché l’arte questo è, un’eco dell’amore, come afferma Lea Vergine”.

Iperrealismi [studio] è una performance per quattro danzatori ideata e diretta da Helen Cerina, i costumi sono di Valentina Ragni e i suoni di Aliendee. Du liebst mich zu viel è un assolo ideata e danzato da Helen Cerina, il disegno luci è realizzato in collaborazione con Gabriele Clementi ed è prodotto da GOUE in collaborazione con Reiss Arti Performative, Daghda Dance Company, Residenza Nottenera sviluppato all’interno del progetto Choreoroam: The Place London, Operaestate Festival, Dansateliers, Dansescenen, Dance Week Festival Zagreb, Certamen Coreografico de Madrid.

Per informazioni e biglietti (12 euro, ridotto 10): AMAT 071 2072439, www.amatmarche.net.

articolo pubblicato il: 25/02/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it