torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"In flagrante delicto"

al Teatro dell'Orologio di Roma


Teatro Dell’Orologio, 14 e 15 febbraio ore 21.00 – domenica 16 febbraio ore 17.30 Fattore K

In flagrante delicto

il principe, la sposa, il musico, l’assassino

Regia Roberto Aldorasi Testo Francesco Niccolini musiche e live electronics Alessandro Grego Interpreti Marcello Prayer si ringrazia il Teatro Comunale di Avellino “Carlo Gesualdo”

Nell’ambito della stagione DOMINIO PUBBLICO, nell’anno del quarto centenario dalla morte del più grande madrigalista italiano Carlo Gesualdo da Venosa, FATTORE K presenta al Teatro dell’Orologio di Roma, dal 14 al 16 febbraio, lo spettacolo “In Flagrante delicto”, scritto da Francesco Niccolini, per la regia di Roberto Aldorasi e con Marcello Prayer. Lo spettacolo è un lavoro di ricostruzione e ricerca, di verità storica e riproposizione poetica, fra storia, mito e leggenda. E’ il tentativo di sottrarre all’oblio un personaggio dall’ombra inquietante, pieno di contraddizioni e turbamenti in un tempo, quello tra fine Cinquecento e inizio Seicento, cupo e violento, eppure ricco di scoperte rivoluzionarie. E, come in un quadro di Caravaggio, tra luce e ombra provare a ricostruire il mosaico: la vita, l’epoca, i sentimenti, la religione, la colpa, il dovere, la forma e la musica. Come in un madrigale, tessere la trama delle mille voci della mente di Gesualdo, la polifonia dissonante della sua coscienza e delle sue passioni, della sua indole e dei suoi doveri, delle sue composizioni sublimi e dei suoi delitti, esplorando il confine tra narrazione e teatro drammatico proprio come, all’inizio del Seicento, la composizione musicale oscillava tra polifonia e monodia, tra la pittura musicale dei testi e la nascita del melodramma.

Lo spettatore di In flagrante delicto è immerso in una camera d'ascolto disegnata con cinque diffusori che compongono uno spazio acustico dinamico e intermediale: la drammaturgia delle voci, dei suoni e delle musiche dello spettacolo genera e trasforma ambienti, in un movimento continuo gestito dalla regia del suono e, tramite gli impulsi vocali, dall'attore stesso.

Fattore k è una struttura indipendente che da più di 30 anni, con denominazioni differenti, supporta il lavoro e la ricerca teatrale di Giorgio Barberio Corsetti. Come sua missione la Compagnia è impegnata a produrre e promuovere il lavoro di artisti eterogenei, con una particolare attenzione ai giovani, svolgendo una funzione di aiuto e spinta alla nuova creazione ed alla drammaturgia contemporanea. Marcello Prayer ha lavorato tra gli altri con Federico Tiezzi per “un teatro di poesia”, nel nel 2003 esordisce ne cinema con “La meglio gioventu’ di Marco Tullio Giordana. Francesco Niccolini da molti anni lavora, studia e scrive con Marco Paolini ha curato la versione televisiva del Vajont e i racconti del Teatro civico di “Report” per RAI3, insieme ad Andrea Purgatori. Ha scritto testi e spettacoli per Sandro Lombardi, Arnoldo Foà, Anna Bonaiuto, Antonio Catalano, Roberto Citran, Giuseppe Cederna, Banda Osiris e Alessandro Benvenuti. Roberto Aldorasi (1981), regista e trainer, studioso di antropologia teatrale. Ha lavorato tra glia altri agli spettacoli Ur-Hamlet e Medeas Bryllup, regia di Eugenio Barba, con il suo gruppo danese Questi Fantasmi & Sons e con The Jasonites ha realizzato progetti di site-specific e spettacoli in Danimarca, Italia, Germania, Regno Unito, Siria, Libano, Marocco e Brasile.

Teatro dell’Orologio Via de Filippini 17/A biglietti: € 8 tel: 066875550 email: teatroorologio@gmail.com

articolo pubblicato il: 10/02/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it