torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

spettacolo
Kilowatt tutto lpanno

alla ex Misericordia di Sansepolcro


Dopo il successo delle giornate inaugurali di dicembre, riprendono le attività di “Kilowatt tutto l’anno”, nei nuovi spazi teatrali della ex Misericordia, a Sansepolcro. Questa volta gli spettacoli aperti al pubblico andranno in scena venerdì 24 e sabato 25 gennaio: Leonardo Diana sarà in scena il 24 e Roberto Castello il 25. Si tratta di due lavori ironici e divertenti, entrambi al confine tra teatro e danza contemporanea. Il primo dei due spettacoli, tra l’altro, è co-prodotto da Kilowatt ed è l’esito di un periodo di residenza creativa della compagnia, a Sansepolcro.

Venerdì 24 e sabato 25 gennaio prossimi, a Sansepolcro, si terrà il secondo week-end di apertura al pubblico del progetto KILOWATT TUTTO L’ANNO, un’attività di programmazione all’insegna del teatro, della danza e della riflessione sul contemporaneo, con la direzione artistica del regista Luca Ricci, fondatore della compagnia CapoTrave.

Si comincia venerdì 24 gennaio alle 21:00 con Save the World di Leonardo Diana, progetto finalista della prima edizione del premio NeXtwork 2013, promosso da Kilowatt Festival e dal Teatro dell’Orologio. Leonardo Diana, uno dei coreografi più interessanti della nuova scena toscana, apre il suo lavoro al pubblico al termine di dieci giorni di residenza creativa presso lo spazio teatrale della ex Misericordia di Sansepolcro, dove ha potuto completare l’allestimento di questo suo nuovo spettacolo, che viene dunque presentato in anteprima nazionale. La compagnia di Leonardo Diana affronta il confine di azione e inter-azione tra l’uomo e la Natura, e lo fa con ironia e comicità: un supereroe muscoloso quanto goffo e maldestro, è alla strenua ricerca di un domani per il mondo che lui stesso, simbolo del genere umano, ha contribuito a distruggere. Uno spettacolo multidisciplinare dove i diversi linguaggi, danza, voce, musica, video, grafica, animazione confluiscono in un unico scopo: “la salvezza del mondo”.

Sabato 25 gennaio sempre alle 21 va in scena Quattro Studi, della compagnia Aldes e per la regia di Roberto Castello, produzione in work in progress dal vago sapore cinematografico. Quattro interpreti – Mariano Nieddu, Stefano Questorio, Giselda Ranieri, Irene Russolillo – per quattro brani, che innescano un gioco contemporaneamente visivo, musicale e di senso che scaturisce dalla gestualità stessa. Tante le suggestioni, dal cinema alla letteratura, che vengono plasmati in linguaggio unico e nuovo. La programmazione proseguirà poi nell’ultimo week-end di febbraio, nell’ultimo di marzo, di aprile e si concluderà a maggio 2014, per lasciare poi spazio al festival estivo che si terrà dal 18 al 26 luglio 2014. Inoltre, sono ancora aperte le iscrizioni per il CENTRO DELLA VISIONE - per un’accademia dello Spettatore, con la direzione scientifica del Prof. Piergiorgio Giacché, il cui secondo incontro avrà luogo ad aprile con l’attore e regista Mario Perrotta, recente Premio Ubu come miglior attore italiano. Biglietti d’ingresso a soli 6 euro. Tutte le info su www.kilowattfestival.it

articolo pubblicato il: 22/01/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it