torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Della morale e degli affari della città"

Saggio degli allievi del III anno del Corso di Recitazione dell'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica "Silvio d’Amico"


Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”

Della morale e degli affari della cittŕ

da Carlo Goldoni

Saggio degli allievi del III anno del Corso di Recitazione diretto da Gábor Zsámbéki

Teatro Studio “Eleonora Duse” Via Vittoria, 6 – Roma

Dal 1 al 5 febbraio 2014 Ore 20,45

Il regista ungherese di fama internazionale Gábor Zsámbéki , storico Maestro della University of Theatre and Film Arts di Budapest , ha ideato per gli allievi del III anno dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica un percorso di studio su testi di Carlo Goldoni – da La bottega del caffč a Il giocatore, da Il Campiello a La villeggiatura, da Una delle ultime sere di carnovale a I pettegolezzi delle donne e La guerra , un viaggio attraverso personaggi e situazioni diverse, sotto un unico titolo : Della morale e degli affari della cittŕ

“Due personaggi de La bottega del caffč, Don Marzio e Ridolfo - dice Gábor Zsámbéki – saranno il filo conduttore di questo viaggio nelle commedie di Goldoni. Osservando la routine quotidiana, commenteranno le abitudini e gli “affari” degli abitanti della cittŕ. Don Marzio annota, rileva nei personaggi comportamenti da piccoli mostri. Diversamente, Ridolfo, desidera comprenderne le debolezze e aiutarli. I lati perversi, i piccoli giochi e gli eventi scandalosi saranno oggetto di un dibattito sulla morale, come giudicare e soppesare gli atti delle persone.

Ho trovato negli studenti dell’Accademia un terreno fertile. Abitualmente, con i miei attori, cerco di educare alla creativitŕ, spingo l’attore a non essere strumento passivo, semplice esecutore. Questi giovani hanno un buona percezione del teatro, alcuni di loro giŕ possiedono un talento teatrale maturo.”

Lo spettacolo debutterŕ al Teatro Studio “Eleonora Duse” sabato 1 febbraio e resterŕ in scena fino al 5 febbraio, tutte le sere alle ore 20,45

Siamo particolarmente grati al M° Zsámbéki – dice il Direttore dell’Accademia Lorenzo Salveti – per l’affetto e la generositŕ con cui ha messo a disposizione dei nostri ragazzi la sua grande esperienza ; e per aver accettato di condividere con i giovani allievi quel suo ‘sguardo’, cosě acuto, profondo e per noi nuovo, su un Goldoni tutto da riscoprire.

Gábor Zsámbéki nato nel 1943. Dal 1974 al 1978 č Direttore del Teatro Csiky Gergely di Kaposvár. Tra il 1978 e il 1982 č Direttore Generale del Teatro nazionale di Budapest e nel 1982 diventa Direttore Artistico del Teatro Katona József di Budapest, dove in seguito, nel 1989 viene nominato Direttore Generale. Dal 1979, insegna recitazione e regia all’ Accademia di Arti Cinematografiche e Drammatiche di Budapest. Dall’autunno del 1989 diventa membro del Comitato Fondatore dell’Unione dei Teatri d’Europa, con sede a Parigi; nel 1998 viene eletto Presidente dell’UTE e terminato il suo periodo di carica nel 2004, viene nominato Vice Presidente.

Le sue produzioni sono state in tournée in oltre 50 cittŕ del mondo e hanno vinto diversi premi sia in Ungheria che all’estero, includendo il premio BITEF nel 1989 per L’Ispettore Generale, il Premio della Critica Francese per la migliore produzione straniera a Parigi per Ubu re nel 1990, il Premio per la migliore Produzione Straniera al Festival Internazionale del Teatro di Caracas per L’Ispettore Generale nel 1990, il premio Hedda presso l’Ordre des Arts et des Lettres nel 2004, per la miglior regia per l’opera di Bernhard Il Teatrante a Oslo.

articolo pubblicato il: 22/01/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it