torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
Casale Caletto Festival

a Roma


Casale Caletto Festival
Integrazione, Immigrazione, Periferie, Culture

rassegna di Musica Teatro Danza

un progetto di Trousse ideato e diretto da Giorgio Granito _ con la consulenza artistica di Emanuele Merlino ed organizzativa di Mauro Antonini realizzato con il sostegno di: ROMA CAPITALE Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica

dal 20 dicembre al 29 dicembre 2013 a Roma presso il Centro Culturale Casale Caletto in via del Casale Caletto (IV Municipio)

Casale Caletto Festival si realizza all’interno dell’omonimo Centro Culturale di proprietà del IV Municipio ed assegnato in gestione, a seguito di bando pubblico, all’Associazione Trousse per lo svolgimento di molteplici attività culturali e sociali. Il Festival contribuisce significativamente al raggiungimento dello scopo di rendere operativi spazi culturali della Periferia realizzandovi spettacoli di qualità.

Vivi la Periferia. Nella Periferia romana risiedono e vivono la maggior parte dei cittadini della capitale, eppure la quasi totalità degli eventi culturali e di spettacolo si svolge esclusivamente al centro della città. Centro di vita Motore di Attività

Il Festival vuole mettere in connessione gli spazi e la socialità della periferia con spettacoli attenti ai vari linguaggi artistici contemporanei e di tradizione, in un armonico confronto tra il nostro tempo e l’arte, convinti che essa possa stimolare cambiamenti, e accendere nuove visioni.

Casale Caletto Festival 6 giorni di spettacoli di Teatro Musica Danza : Il Festival sviluppa tematiche attuali con diversi linguaggi artistici:

Teatro Teatro d’autore e della memoria. L’importanza della nostra storia. “Salvo d’Acquisto.Un eroe semplice” di Emanuele Merlino

Teatro commedia e di satira. Personaggi immaginari e storie collettive “Un piano Diaboliko” di Paola Carenti

Musica Concerti di Musica di tradizione, melodica, popolare In Italia convivono tante culture diverse: lingue differenti (se un siciliano e un veneto conversano ognuno nel proprio dialetto… nessuno dei due capisce nulla), musica differenti (fra il liscio romagnolo, le tarantelle siciliane e i cori sardi ci sono differenze abissali), pietanze differenti (la polenta ha poco in comune con i ravioli, gli spaghetti o il cuscus: specialità di differenti regioni) e tanto altro ancora. Ma nonostante ciò gli italiani sono ancora tutti uniti sotto la stessa bandiera. Le Differenze costituiscono una ricchezza. Ed il percorso musicale porta gli spettatori in questo ricchissimo mondo musicale italiano dall’800 ai nostri giorni, attraversando la musica di tradizione, proponendo canti tipici regionali ormai universalmente conosciuti e canzoni particolari espressione di uno specifico modo di essere e di sentire la vita fino alle melodie dal dopoguerra ai nostri giorni. “Canzoniere Romano – Ruma” con il Ponentino Trio “Casale Caletto in Musica” con l’Associazione musicale Maurizio Zavatta “Classico Napoletano- Napoli spiegata e spiegazzata” con Enzo Carro

Danza “Musiche e Danze della grande tradizione italiana ed internazionale” con la partecipazione della compagnia di danza l’Albero magico del CEMEA .

articolo pubblicato il: 20/12/2013

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it