torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

elzevirino
dai "forcaioli" ai "forconi", non dimentichiamo i "forchettoni"
di Ada

Da qualche tempo accadono in Italia le cose più strane. Caduto Berlusconi – ammesso che sia veramente caduto, visto che vivo e vegeto, ha fondato un altro partito e spera di riacquistare i voti di sempre – il PD ha un nuovo segretario giovane, aggregante e spiritoso, il che non guasta.

Renzi sarà di sicuro il candidato premier delle prossime elezioni per il suo partito, ma se la dovrà vedere appunto con Berlusconi che non potrà essere eletto e neppure candidato per le note vicende giudiziarie, ma continuerà a guidare la sua Forza Italia dall’esterno del parlamento: esterno dai Palazzi, è anche il terzo “incomodo”, il Grillo il quale è il più esterno di tutti, ma con i suoi “pluristelluti” potrà dare dei numeri a chiunque. E poi ora sono sopravvenuti gli uomini e le donne con i forconi che sembrano battaglieri, ma che sono riusciti a “fermare” in piazza le stesse forze dell’ordine, senza colpo ferire. Ma chi sono veramente? Per ora hanno dato solo fastidio alla circolazione stradale.

Insomma dai “forcaioli”, sempre presenti in tutti partiti fino a qualche tempo fa, siamo fortunatamente arrivati ai disciplinatissimi, almeno per ora, uomini dei forconi che , quando probabilmente andranno al governo (anche loro), distribuiranno- par di capire - fiori e baci a tutti gli elettori. Un Paese idilliaco il nostro. Soprattutto per quelli della “ Terza F” che non è una classe scolastica, ma che si riferisce ai non dimenticati “forchettoni” che continuano a macinare soldi a danno di tutti.

articolo pubblicato il: 11/12/2013 ultima modifica: 29/12/2013

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it