torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
Omaggio a De Lullo e Rossella Falk

indetto dall'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica


Omaggio a Giorgio De Lullo e Rossella Falk

Presentazione del libro “Giorgio De Lullo regista pirandelliano: dal teatro alla televisione” di Fabio Poggiali Edizioni MIMESIS

Proiezione del documentario Rossella Falk “ Gli occhi più occhi di così” di Fabio Poggiali Venerdì 29 novembre 2013 Ore 18.30 Teatro Studio “Eleonora Duse” Via Vittoria, 6 – Roma

Venerdì 29 novembre, alle ore 18.30, l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” ricorda Giorgio De Lullo e Rossella Falk, due grandi artisti che hanno mosso i loro primi passi in Accademia e il cui alto magistero è stato di stimolo e insegnamento a generazioni di attori e registi.

Fabio Poggiali, attore, regista, studioso e storico della Compagnia dei Giovani alla quale ha dedicato, negli anni, grande attenzione, anche in virtù della sua ventennale collaborazione con Rossella Falk, condurrà questo viaggio nella memoria introducendo alla lettura del suo libro “Giorgio De Lullo regista pirandelliano: dal teatro alla televisione” – testimonianze e ricordi di Rossella Falk, Romolo Valli, Pier Luigi Pizzi , Elsa Albani, Ferruccio De Ceresa, Ugo Pagliai, Paola Gassman, Giulia Lazzarini, Carlo Giuffré, Paolo Stoppa, Giuseppe Patroni Griffi, Giorgio Albertazzi. A conclusione della serata verrà proiettato il documentario ROSELLA FALK, “Gli occhi più occhi di così”, regia di Fabio Poggiali.

Fabio Poggiali dichiara: Giorgio De Lullo (1921-1981), dopo aver frequentato l'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica “Silvio d’Amico”, è stato uno dei più fertili allievi di Luchino Visconti ed è considerato un Maestro della scena italiana: il volume illustra la sua filosofia ed espone le più significative testimonianze riguardo al suo lavoro da parte di studiosi e critici. Ho dedicato un ampio capitolo al rapporto tra teatro e tv, dalla sua nascita (1954) ad oggi, per poi analizzare gli spettacoli pirandelliani che De Lullo realizzò prima in palcoscenico e poi per un'edizione televisiva, con protagonisti Romolo Valli e Rossella Falk: Sei personaggi in cerca d'autore; Il giuoco delle parti; L'amica delle mogli; Così è (se vi pare); Trovarsi; Enrico IV. Da ciò che emerge nel volume, l'impegno artistico di De Lullo, può essere definito, sinteticamente, "per un teatro etico", in cui, cioè, le qualità professionali siano connaturate a valori quali: lo spirito di sacrificio, il rispetto per il lavoro, l'onestà intellettuale, la libertà di pensiero, ed un profondo senso del dovere che definiremo "kantiano". Il documentario è un omaggio a Rossella Falk (1926-2013), scomparsa quest'anno. Una grande attrice che, per la galleria di personaggi interpretati e per la duttilità attoriale, capace di affrontare, indifferentemente, sia repertori classici che moderni, può essere definita, secondo il nostro giudizio, la regina” del teatro italiano contemporaneo. Ritengo che la sua prestigiosa carriera sia da considerare, per le nuove generazioni, un esempio ed un modello da studiare ed approfondire nelle università e nelle accademie d'arte drammatica. La Falk, dopo essersi diplomata all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica “Silvio d’Amico”, è stata diretta dai più importanti registi italiani tra i quali Luchino Visconti, Franco Zeffirelli, Orazio Costa, Giuseppe Patroni Griffi e Giorgio De Lullo. Amica di personaggi quali Maria Callas, Marcello Mastroianni, Federico Fellini e Dirk Bogarde, ha spaziato tra teatro, cinema e televisione, con indimenticabili interpretazioni.

Ricordo le significative parole del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano: "Rossella Falk è stata protagonista di grandi stagioni innovative del teatro di prosa italiano, è sempre rimasta fedele alla sua vocazione, rigorosa nell'applicarsi ad ogni sua nuova prova di artista, confermando pienamente nel trascorrere dei decenni il suo straordinario talento". "Per questa dedizione e per la sua sensibilità ed eleganza professionale e personale, Rossella Falk - aggiunge - rimane un esempio per le giovani generazioni di attrici e attori. Desidero ricordare la stima e la simpatia che personalmente ci legavano e che volli testimoniare in occasione dell'incontro per il suo 85mo compleanno".

articolo pubblicato il: 27/11/2013

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it