torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Exit"

VI edizione


Dal 28 novembre all’8 dicembre 2013 sarà di scena al Teatro Tor Bella Monaca, la sesta edizione di EXIT - Emergenze Per Identità Teatrali. Otto compagnie per otto giorni di spettacoli pensati per accompagnare il pubblico nel fitto bosco teatrale e musicale romano, seguendo un unico sentiero: “vedere il teatro come luogo d’incontro, di confronto, di emozioni e di pensieri, un teatro per tutti e di tutti, che abbia qualcosa ancora davvero da dire”. In questa sesta edizione, EXIT si conferma essere – nel panorama teatrale italiano - un appuntamento fisso di caratura nazionale.

Exit è un’uscita… d’emergenza… è un’emersione… Exit è Teatro: fatto e non detto, teatro per la gente e tra la gente. La sesta edizione della rassegna teatrale Exit - Emergenze Per Identità Teatrali, anche quest’anno sarà ideata e realizzata dalle compagnie aderenti alla Fed. It. Art. Federazione Italiana Artisti. Palcoscenico dell’importante evento sarà quest’anno il Teatro Tor Bella Monaca – il cui direttore artistico è Alessandro Benvenuti – facente parte dell’innovativo sistema teatrale ‘Casa dei Teatri’.

L’obiettivo che si persegue è quello di un teatro che non sia d'élite, un teatro pensato per il pubblico ma anche attento a trovare una scappatoia intelligente dall'alveo della ‘Tradizione’. Le edizioni passate - seguendo questo obiettivo - hanno riscontrato un ottimo successo di pubblico e critica. La varietà dei generi e dei contenuti di questa rassegna riesce a soddisfare un utenza molto vasta e varia, proprio perché gli spettacoli sanno divertire, emozionare, formare e informare, allietare, impressionare e, talvolta, anche sconcertare. Exit è emergere dall' emergenza per trovare una o più identità: quelle del teatro, della musica e dei suoi interlocutori, di nuovo insieme in un antico e sempre nuovo rito di condivisione. Oggi Exit è un luogo stabile in cui parlare ad ampio raggio il linguaggio del teatro, della musica e dello spettacolo a tutto tondo.

Il sipario si alzerà giovedì 28 novembre ore 21.00 con La compagnia Teatro dell’ appeso che presenta: “ RICORDI? SBOCCIAVANO LE VIOLE... (omaggio a Fabrizio De André)” Recital concerto ideato, diretto e interpretato da Amedeo di Sora con la complicità musicale di Stefano Spallotta (chitarre) e Nicoletta Evangelista (piano e tastiere). Amedeo di Sora interpreterà alcune tra le più significative e suggestive canzoni di Fabrizio De André, unitamente a brani in prosa che fungeranno da filo conduttore del viaggio musical-poetico sulle ali della memoria di temi ed atmosfere che ancora provocano intensa partecipazione e condivisione sia da parte di coloro che erano giovani negli anni in cui il grande artista ligure esprimeva le sue poesie in musica, sia da parte dei giovani d'oggi.

Venerdì 29 novembre ore 21.00 è di scena: “NON E’ VERO NIENTE” Scritto e diretto da Alessandro Di Somma, con : Giuseppe Mortelliti, Eleonora Turco, Diego Venditti, Marco Zordan e musiche dal vivo di Francesco Leineri. Due fratelli cercano di ricostruire il ricordo più importante nella vita dei propri genitori, un ricordo che non hanno vissuto, ma di cui hanno sempre sentito parlare, il fantasma di un ricordo quindi, un evento che ha sconvolto l’esistenza dei propri familiari e che ne ha condizionato il futuro e di conseguenza la vita. Un fatto da cui, si rendono conto, anche la loro vita dipende.

Sabato 30 novembre ore 21.00, Teatraltro presenta "IL BACIAMANO" di Manlio Santanelli con Monica Maiorino, Aldo De Martino,Simone Sgambato,regia Eduardo Ricciardelli. Narra la tragica vicenda di una janara (strega) che deve cucinare un soldato giacobino, catturato e portato da suo marito Salvatore. La vicenda ricalca fatti storici avvenuti realmente, si narra infatti che nel napoletano nel diciassettesimo secolo ci siano stati casi di cannibalismo derivati dalla fame.

Domenica 1 dicembre ore 17.30 la compagnia Overlook presenta “GRANDI CANZONI ITALIANE” con Domenico Severino; un recital del pianista-cantante Domenico Severino, accompagnato da chitarra e percussioni. E' un viaggio ideale, della durata di circa 2 ore, nei capolavori della musica italiana che hanno fatto la storia della canzone italiana dal '50 ad oggi. In programma brani di Dalla, Nomadi, Battisti, Paoli, Conte, Celentano, Morandi,Buscaglione, Carosone, Modugno.

Giovedì 5 dicembre ore 21.00 Abraxa Teatro, presenta “ SE LA RIVOLUZIONE D’ OTTOBRE FOSSE STATA DI MAGGIO” Regia e drammaturgia: Emilio Genazzini, interprete: Massimo Grippa, testi originali: Emilio Genazzini, Massimo Grippa. Questo spettacolo vuole rivisitare le passioni, le riflessioni e gli sconvolgimenti di un periodo temporale particolarmente complesso della società italiana e internazionale dal 1979. La nuova drammaturgia è stata ideata per creare un parallelo artistico-emozionale tra i fatti che infiammarono l’epoca, scene di spettacoli allestiti da Abraxa in quegli anni e la storia personale e professionale che il protagonista metterà in gioco”.

Venerdì 6 dicembre ore 21.00 la compagnia La Scaletta in collaborazione con L'Istituto Polacco di Roma presenta: "IL PAESE DEI FANFARONI"da Kraina kłamczuchów" di M. Wojtyszko con Tony Allotta, Sabrina Dodaro, Gabriele Linari, Krzysztof Bulzacki Bogucki regia Gabriele Linari. Tra evocazione storica e ritmi drammaturgici fortemente contemporanei, incontriamo le figure di Boccaccio e Petrarca, in un gioco di verità e finzione che non vuole sciogliersi. Un gioco che è il guizzo vitale prima del fatale incombere della peste, in cui la letteratura fluisce nella vita quotidiana ammantandola di un velo impercettibile di sogno. Sulla scena gli attori giocheranno con la Storia, con l'Arte, con la nostra vita stessa."

Sabato 7 dicembre ore 21.00 , La compagnia Teatro dell’ applauso presenta “NELL’ARDORE DELLA NOSTRA CAMERA” di Massimo Sgorbani, con Elisa Faggioni e con Luciano Santilli, regia di Marco Maltauro. Ingredienti dello spettacolo: Anchilosi (limitazione grave o annullamento completo dei movimenti di un’articolazione). Una vedova. Il corpo del marito morto. La Traviata. Una sputacchiera. Famiglia di costruttori. Puttana mummificata. Palestra. Culto della carne. Fitness come religione. Cappella Sistina. Viagra. Una vita dedicata all’erezione.

Domenica 8 dicembre ore 21.00 la compagnia LABit presenta “HO MORTO PETROLINI!” diretto e interpretato da: Gabriele Linari Muische originali: Jontom. Gabriele Linari (autore e interprete dello spettacolo), già vicino ad autori dissacranti quali Ennio Flaiano o a grandi del calibro di Kafka interpreta il mito petroliniano sotto una luce non convenzionale, portando in scena l’uomo e l’artista, mettendolo a processo, miscelando macchiette e biografia, in un dialogo continuo tra Petrolini e l’attore che lo impersona e lo“processa” sul palco uno spettacolo in cui la comicità incontra atmosfere suggestive arricchite dagli adattamenti musicali di Jontom.

EXIT è promossa dalla Fed. It. Art. e le compagnie, ad essa affiliate, che partecipando alla rassegna si auto producono in quanto sostenitrici e ideatrici del progetto. Si ringraziano: http://teatro.persinsala.it/ http://www.saltinaria.it/ per il sostegno accordato, in qualità di media partner della rassegna.

Teatro Tor Bella Monaca via Bruno Cirino | 00133, Roma all'angolo di viale Duilio Cambellotti con via di Tor Bella Monaca Orari delle repliche: tutti i giorni alle 21.00, domenica 1 dicembre ore 17.30 Prenotazioni: tel 06 2010579 Botteghino: feriali ore 18-21.30, festivi ore 15-18.30 (solo nei giorni di spettacolo) Biglietto unico: 10 euro Per i CRAL ; under 26 e over 65 biglietto ridotto € 8,00 Inoltre tutti coloro che si presenteranno al botteghino a nome di Persinsala e Saltinaria, avranno diritto al biglietto ridotto Info: http://www.exiteatro.com/index.php/calendario/ http://www.feditart.it/ http://www.casadeiteatri.roma.it/teatro-tor-bella-monaca/

articolo pubblicato il: 21/11/2013

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it