torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Benvenuti in casa Gori"

al Teatro Tor Bella Monaca di Roma


Alessandro Benvenuti torna in teatro con un cult da vedere tutto d’un fiato. Dopo molti anni di assenza “Benvenuti in casa Gori” sarà in scena a Roma al Teatro Tor Bella Monaca dal 15 al 17 novembre con lo stesso Benvenuti protagonista. Il fortunatissimo spettacolo in cui l'attore si fa in dieci interpretando i dieci componenti della famiglia Gori, è un monologo che ha alle spalle quasi trent'anni di successi oltre ad essere diventato un film cult. Dopo diversi anni di riposo Benvenuti riprende dunque il suo irresistibile cavallo di battaglia, proponendolo al pubblico romano con tutta la sua forza e intensità. Occasione unica per lasciarsi andare senza freni, nell’esilarante spettacolo di Benvenuti ritroviamo sul palco, vivi più che mai, tutti i parenti commensali che fanno gruppo a Pontassieve nella casa della famiglia Gori un 25 dicembre degli anni Ottanta, riconoscendo il novantenne Annibale, il Gino Gori capotribù, sua moglie Adele, suo figlio Danilo, la fidanzata Cinzia, la secondogenita Bruna, il marito di lei Libero, e la loro figlia Sandra, suo marito Luciano, la piccola Samantha di due anni. Tutti interpretati da un Benvenuti irresistibile.

Scritto con Ugo Chiti, “Benvenuti in Casa Gori – come ricorda lo stesso Benvenuti – è la cronaca di un pranzo di Natale realmente accaduto il 25 Dicembre del 1986 in casa della famiglia Gori, domiciliata in Pontassieve, un grosso paese situato a 15 Km a nord-est di Firenze. Quel giorno santo, intorno al desco si ritrovano riuniti in dieci: il novantenne Annibale Papini, Gino Gori il capofamiglia, sua moglie Adele e il loro figlio Danilo, Cinzia, la di lui fidanzata, Bruna secondogenita di Annibale, Libero, suo marito, Sandra, la loro figlia; Luciano, marito di quest’ultima e la piccola Samantha (il th è importante) di due anni, frutto del matrimonio di Sandra e Luciano. Inoltre, via etere avrebbe dovuto essere presente anche Carol Wojtyla, ma quel giorno il Santo Padre, strano a dirsi, si fece attendere in televisione più del dovuto. E fu proprio aspettando l’Urbi et Orbi che i dieci, in mancanza di un’alternativa ragionata, non poterono fare a meno di ingannare il tempo tirando fuori il catalogo dei loro problemi esistenziali; e che non fossero rose e fiori apparve chiaro quasi subito. Per un fortunato caso quel Natale mi trovavo a Pontassieve e in visita alla famiglia Gori. Fu così che alle prime avvisaglie dell’insolita piega che stava prendendo quella santa giornata pensai bene, come certi vampirelli talvolta usano fare, di prendere qualche appunto.

Successivamente riportai ciò che avevo udito all’amico Ugo Chiti ed assieme, più o meno rispettosi degli ispiratori, abbiamo cercato di raccontare anche a voi quello che altri involontariamente avevano raccontato a noi. Così è nato Benvenuti in casa Gori. Se poi, a monte di tutto questo (o anche a valle s’intende) ci siano altre spiegazioni, motivazioni o altro, lasciamo a voi il piacere di scoprirlo.”

Il Teatro Tor Bella Monaca fa parte della Casa dei Teatri e della Drammaturgia Contemporanea promossa dall’Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica di Roma Capitale e gestita da Zètema Progetto Cultura con la direzione di Emanuela Giordano.

Il raggruppamento che guida la gestione del Teatro Tor Bella Monaca è composto da: ASSOCIAZIONE SEVEN CULTS, ARTENOVA, KIPLING ACADEMY, LA CASA DEI RACCONTI, NATA TEATRO, SCUOLA DI MUSICA BELA BARTOK e TEATRO POTLACH.

venerdì 15, sabato 16 novembre ore 21.00 domenica 17 novembre ore 17,30

articolo pubblicato il: 11/11/2013

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it