torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

libri
"Organizzare gli eventi"

di Saverio Monno

di Michele De Luca

Organizzare gli eventi. Guida pratica è il nuovo libro di Saverio Monno (Edizioni dal Sud, www.dalsud.it) che cerca di mettere un po’ d’ordine in un settore in cui lo spontaneismo e l’arte di arrangiarsi hanno preso il sopravvento rispetto a criteri di professionalità che pur vengono richiesti da operazioni che possono coinvolgere da poche decine a migliaia di persone, da investimenti domestici a centinaia di migliaia di euro. Lo stesso concetto di “evento” ha subìto una dilatazione del campo di applicazione che, richiamandosi al significato letterale di “e-ventum”, confonde l’ambito dell’evento come “fatto che accade” con l’evento come “frutto di un processo” realizzato in un determinato ambito e con specifici strumenti. Il libro di Monno restringe il campo, tentando una classificazione a partire dal significato etimologico degli eventi (così si sa di cosa si sta parlando) e ne affronti il contenuto professionale.

Gli organizzatori di eventi, infatti, sono professionisti che maneggiano strumenti la cui validità scientifica è riconosciuta e il cui ruolo non è quello di “intrattenitori”, ma di progettisti di una serie di azioni volte a costruire un prodotto che deve essere acquisito da un committente/promotore, consumato da un utente, collocato in un tempo ed in uno spazio. A questo scopo servono figure professionali specifiche che con la metodologia del project management organizzano le fasi dell’evento: dall’ideazione alla pianificazione, alla logistica, alla comunicazione, al fundraising, al controllo del budget. Il libro è costruito proprio come un manuale in cui l’organizzatore di eventi - a ben diritto definito “manager culturale” - può trovare le risposte indispensabili e necessarie al suo operare. Si affrontano, dunque, questioni di metodo del lavoro di organizzazione di eventi; quindi si passa ad una descrizione analitica di quattro eventi il cui format può essere rappresentativo di categorie esemplari di eventi : organizzare mostre, organizzare convegni, organizzare fiere, organizzare eventi di moda.

Il volume è rivolto principalmente ai giovani che intendono esercitare questa professione (studenti o già formati), ma anche a chi è già inserito nel mondo del lavoro e ha voglia di riguardare e formalizzare le azioni che svolge durante la sia attività e per gli operatori del mondo dell’organizzazione di eventi culturali, di spettacolo e “business oriented”. Tuttavia il libro non si esaurisce in una descrizione del “fare” senza progetti e senza obiettivi: l’organizzatore di eventi interviene con la sua professionalità in un campo che ha obiettivi diversificati a seconda dello strumento che usa, del luogo e delle aspettative del committente, ma fondamentalmente svolge un ruolo di informazione, formazione e divertimento. Progettare un “evento” è, in realtà, un’operazione complessa che richiede intuizione, creatività e professionalità. Monno vuole lanciare un messaggio che è una proposta: l’organizzatore deve sapere (avere cioè valide basi scientifiche), saper fare (cioè agire con professionalità nel tempo e nello spazio) , saper comunicare (cioè trasmettere un messaggio attraverso un processo biunivoco e farlo capire).

Saverio Monno (di origine pugliese) lavora da trent’anni nel settore dell’organizzazione di eventi, dalle prime esperienze di base nel territorio, consolidate e formalizzate con gli studi universitari, per passare poi a gestire organizzazioni culturali pubbliche e private sempre più complesse e con gradi crescenti di responsabilità. Nel corso della sua attività ho svolto ruoli di alta responsabilità organizzativa e gestionale nell’ambito di istituzioni pubbliche, fondazioni private e associazioni ed enti di formazione e ricerca operanti nel campo culturale, dai primi anni ‘80 nella Regione Puglia, per ricoprire poi, nel decennio successivo, l’incarico di direttore generale della Società Umanitaria di Milano e quindi di direttore generale della Triennale di Milano. Ha insegnato e insegna in varie istituzioni universitarie milanesi ed è titolare di corso ufficiale all’Università IULM di Milano. Con le Edizioni dal Sud Monno ha pubblicato i seguenti libri: La Galleria delle arti contemporanee & del design a Bari (2006), Progetti di cultura (2008) e Movimenti artistico-culturali in terra di Bari (2011); presso Armando Editore ha pubblicato, insieme a Maria Luisa De Natale, Educare gli adulti. Nuove competenze operative per i docenti (2007).

Nella prima parte del volume egli cerca di inquadrare il lavoro pratico in una dimensione culturale e professionale, dando le informazioni necessarie a capire quello che si deve fare, come si fa, a cosa serve e a chi serve e ad acquisire gli strumenti di base da avere nella “cassetta degli attrezzi”; la seconda parte propone quattro esempi (relativi, come si accennava, all’organizzazione di mostre, convegni, fiere ed eventi di moda), scegliendo quegli eventi che, ci dice Monno, “per la loro eterogeneità permettono di acquisire le metodologie del lavoro organizzativo nel suo farsi e di estenderle ad altri casi”. La struttura dl libro, che è anche di agile e piacevole lettura, è organizzata per “punti”; non ha pertanto forma “narrativa”, ma è una specie di dizionario ragionato in cui l’utente può cercare la definizione e le caratteristiche di un certo ruolo (ad esempio, il curatore, l’allestitore, ecc.), di un certo luogo (tradizionale, innovatore, ecc.), di come si fa un budget, di chi trova le risorse (il mecenate, gli sponsor), di come si comunica un evento (ufficio stampa, pubblicità, ecc). Il lavoro di Monno può risultare utile e interessante anche ai “non addetti”, ai “fruitori” cioè degli eventi, dando loro modo di entrare nella conoscenza del lavoro professionale e culturale – ai più assolutamente sconosciuto - che è alla base del loro realizzarsi e del loro “accadere”.

articolo pubblicato il: 08/10/2013

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it