torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
Lo spettacolo della montagna

Festival di Teatro e Accadimenti tra Cultura e Spettacolo


Lo spettacolo della montagna 2013 Festival di Teatro e Accadimenti tra Cultura e Spettacolo XVIII Edizione > 27 giugno > 10 agosto 2013

Luoghi del festival 2013 Torino, Collegno, San Didero, San Giorio (Borgata Adrit), Chianocco, Caprie (Celle), Chiomonte, Oulx

a cura di Onda teatro direzione Artistica Bobo Nigrone

con il sostegno di Ministero per i Beni e le Attività Culturali Regione Piemonte Sistema Teatro Torino e Provincia Comune di Caprie Comune di Chianocco Comune di Chiomonte Comune di San Didero Comune di San Giorio Comune di Oulx FONDAZIONE CRT ACSEL SMAT

con il patrocinio di Provincia di Torino Città di Torino Città di Collegno Comunità Montana Valle Susa e Val Sangone

in collaborazione con Museo Nazionale della Montagna “Duca degli Abruzzi” - CAI – Torino Casa del Teatro Ragazzi e Giovani PAV / Parco Arte Vivente Urban Center Metropolitano Torino Valsusa Filmfest Pro Loco, aziende vitivinicole e aziende agricole del territorio

Nato nel 1996 con tre serate in una piccola borgata della Valle di Susa, Lo Spettacolo della Montagna 2013 propone oggi un festival itinerante che coinvolge, dal 27 giugno al 10 agosto, 8 località con 14 eventi tra spettacoli teatrali e accadimenti. La diciottesima edizione si apre con una riflessione semiseria, tra danza e parola, sulle piccole e grandi ossessioni che accompagnano la nostra vita quotidiana, sulle cose che vale la pena di ricordare e su quelle che bisogna assolutamente ricordare alle generazioni future: lo spettacolo Post.it (Cose da ricordare) di Onda Teatro / T.ùrbano, progetto e regia di Bobo Nigrone, inaugura un viaggio che porterà il Festival, come di consueto, dalla città di Torino ai comuni montani della Val di Susa. Giovedì 27 giugno a Torino, presso Urban Center Metropolitano Torino in Piazza Palazzo di Città, sabato 29 giugno a Collegno presso Villa 5 nel Parco della Certosa, domenica 30 giugno a Torino presso il PAV Parco Arte Vivente, tutti e tre gli appuntamenti alle ore 18.00.

Onda Teatro ripercorre, in questo diciottesimo anno di Festival, le forme artistiche che hanno da sempre caratterizzato il suo percorso teatrale. Un percorso ideale che si esprime attraverso i linguaggi della perfomance con Post.it , del teatro-danza con Paradis e del teatro di narrazione con Antartica. Sabato 13 luglio ore 21.30 a San Giorio, Borgata Adrit, Mariapaola Pierini riporta in scena, con lo storico spettacolo di Onda Teatro Paradis, la vicenda assai singolare di Henriette d’Angeville, nobildonna francese nata negli anni del Terrore, che a metà dell’ottocento fece parlare di sé e divenne celebre grazie alla più rischiosa tra le sue numerose imprese alpinistiche, l’ascensione del Monte Bianco. Danza, parole e musica per evocare la montagna con il suo incanto, i suoi rischi, i suoi fantasmi, la sua bellezza e il suo silenzio. Un Paradis irraggiungibile e, allo stesso tempo, a pochi passi da noi. Antartica – Lo straordinario viaggio di Shackleton è la nuova produzione di Onda Teatro, menzione speciale al Giocateatro Torino 2013. Silvia Elena Montagnini sabato 27 luglio ore 21.30 a Caprie, Borgata Celle e venerdì 9 agosto ore 21.30 a Chiomonte, Centro Storico, racconta l'Imperiale Spedizione Transantartica del 1914. L’obiettivo degli uomini della spedizione è quello di raggiungere l'Antartide e attraversarlo con le slitte trainate dai cani. La nave che parte si chiama “Endurance”, Resistenza, un nome profetico, ed è capitanata da Ernest Shackleton, esploratore di grande esperienza.

Molte le protagoniste di questo festival, un teatro al femminile che si declina in prove d'attrice e intense storie di donne, di lavoro e di emigrazione. Venerdì 12 luglio ore 21.30 a San Didero, Casaforte, Lorena Senestro (Teatro della Caduta) in Madama Bovary reinventa una Emma Bovary dei nostri giorni, in chiave piemontese. I personaggi e le atmosfere del romanzo, oltre che per bocca di Flaubert, sono rievocate attraverso versi di Guido Gozzano e filtrate dall'autobiografia dell'attrice – che è anche autrice del testo. Laura Curino (Teatro Cargo) venerdì 19 luglio ore 21.30, Chianocco, Casaforte, rievoca attraverso la lettura scenica Scintille il rogo della fabbrica T.W.C., produttrice di camicette, avvenuto il 25 marzo 1911 a New York. Quel giorno sono al lavoro 600 persone, per lo più giovani immigrate italiane o dall’Europa dell’Est, sfruttate e sottopagate. In 18 minuti 146 vittime, quasi tutte ragazze. Domenica 28 luglio ore 21.30, a Chiomonte, Centro Storico, Monica Bonetto (C.P.E.M. Teatro) con Gli occhi di Leonilda - La vera storia di Leonilda Prato di Pamparato musicante e fotografa ambulante. Una donna, nata nella seconda metà dell’Ottocento in un paesino di montagna a metà strada tra le Alpi e il mare, determinata a fare solo ciò che le pareva e che riteneva giusto, con determinazione e fantasia.

Lo Spettacolo della Montagna ha creato nel corso del tempo una ricca offerta di accadimenti intorno alla programmazione degli spettacoli. La nuova sezione Parole d'acqua, abbina riflessioni e letture sceniche incentrate sull'acqua come elemento fondamentale per l'esistenza dell'uomo, alla degustazione di prodotti tipici della Valle: venerdì 12 luglio ore 22.30 a San Didero, Casaforte, l'acqua nella poesia di Eraclito, Petrarca, Montale, Hesse, Garcia Lorca, Neruda; venerdì 19 luglio ore 22.30 a Chianocco, Casaforte, una riflessione sulla “cultura dell'acqua”, bene indispensabile a tutte le attività umane, patrimonio comune e inalienabile delle generazioni presenti e future. Anche l'appuntamento sabato 13 luglio a San Giorio, Borgata Adrit, alle 22.30 con il Museo Nazionale della Montagna “Duca degli Abruzzi” - CAI - Torino che apre la sua preziosa Cineteca Storica, è dedicato all'acqua di cui offre immagini rare e suggestive in Immagini d'acqua, a cura di Marco Ribetti, con la collaborazione del Valsusa Filmfest.

Gli spettacoli che completano la rassegna estiva a Oulx, Parco Comunale Jardin D’La Tour, coniugano il teatro con la musica e la comicità: sabato 10 agosto ore 21.30 I Favolosi Korsakov di Federico Bianco, strampalato gruppo di musicisti probabilmente fratelli, probabilmente russi, dà vita a un’appassionata performance a metà tra il concerto da camera, il cabaret musicale, il piano bar, Broadway, la musica sinfonica, il juke-box; sabato 3 agosto, ore 21.30, Musica per Ciarlatani, Ballerine & Tabarin dei Camillocromo, un’orchestra di sei musicisti in smoking che trascina il pubblico in atmosfere musicali retrò con suggestioni circensi e colori felliniani, presentando un concerto-spettacolo pieno di sorprese. L'anno della maggiore età è anche l'anno della consapevolezza. Il Festival ha più che mai bisogno di guardare al futuro, al compimento dei suoi vent'anni, con un progetto sostenuto in primo luogo dal territorio, da quei “comuni coraggiosi” che hanno deciso di fare rete per permettere a questa storica iniziativa di proiettarsi verso il 2015, con fiducia e sicurezza.

articolo pubblicato il: 10/07/2013

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it