torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

spettacolo
"Galleggio, Annego, Galleggio"

al Teatro Biblioteca Quarticciolo di Roma


25 e 26 maggio 2013 ore 21 Teatro Biblioteca Quarticciolo Via Ostuni 8, ROMA

ATACAMA presenta la nuova produzione

“Galleggio, Annego, Galleggio”

Ideazione, coreografia e regia: Patrizia Cavola - Ivan Truol Con Valeria Baresi, Anna Basti, Ilaria Bracaglia, Cristina Meloro, Marco Ubaldi Musiche Originali: Epsilon Indi Costumi: Medea Labate - Eva Seeber Luci: Danila Blasi Promozione e Ufficio Stampa: Benedetta Boggio 369gradi

Produzione: Atacama MIBAC Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Dipartimento Dello Spettacolo Regione Lazio – Assessorato Cultura, Sport, Politiche giovanili e Turismo Residenza: La Scatola Dell’Arte, CORE Officina Coreografica

“Fonte di ispirazione di questa creazione è il libro “Cabaret Mistico” di Alejandro Jodorowsky e la frase di Ludwig Wittgenstein “Il sapere e il riso si confondono” contenuta nel testo. Le brevi storie che le diverse culture e tradizioni filosofiche Sufi, Buddhiste, Alchemiche, Koan, Haiku, Zen, Tibetane ci hanno lasciato e che Jodorowsky riporta in Cabaret Mistico, hanno guidato le improvvisazioni e la ricerca coreografica. Insieme ai danzatori i due coreografi hanno letto, abitato, ingoiato le storie e l’immaginario che evocavano, per poi dare vita ad una materia originale e personale che con naturalezza ha preso le distanze dalla fonte e attraverso un percorso di ricerca ha trovato la sua definizione. L’intenzione è di generare l’immagine a partire da quanto evoca la scrittura e dare forma, corpo, vita alla visione al di fuori delle logiche narrative. Attraverso queste storie spesso è stato possibile confrontarsi e ridere o almeno sorridere dei difetti, delle debolezze, delle contraddizioni dell’essere umano. Il progetto coreografico unisce l’elaborazione di una danza che da vita ad una poesia fisica ad un lavoro di costruzione pittorico e visionario sull’immagine, all’uso della parola e ad un lavoro di interazione con le musiche originali.

Al progetto ha collaborato il compositore Sergio De Vito per la creazione delle musiche originali, Danila Blasi ha realizzato il disegno luci e Medea Labate e Eva Seeber hanno creato i costumi

articolo pubblicato il: 20/05/2013

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it