torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cinema
festa del cinema Bulgaro

alla Casa del Cinema di Roma


Conoscere, promuovere la conoscenza del popolo e della cultura bulgari attraverso il linguaggio multiforme del cinema: questo l’obiettivo della Festa del cinema Bulgaro (www.festacinemabulgaro.com) che, giunta alla sua sesta edizione, avrà luogo alla Casa del Cinema di Roma dal 25 al 28 maggio 2013. Un appuntamento consolidato che negli anni si è affermato non solo come un importante punto d’incontro tra il pubblico italiano ed internazionale e i migliori lavori cinematografici della Bulgaria, ma anche come un’occasione strategica per favorire l’intensificarsi delle collaborazioni e delle coproduzioni tra la Bulgaria e l’Italia. Saranno presenti alla manifestazione la madrina Isabel Russinova e la grande soprano Alexandrina Pendatchanska, uno dei nomi più interessanti nel panorama della lirica mondiale dei nostri giorni.

Ad aprire il festival il 25 maggio (ore 21.30, Sala Deluxe) la proiezione de Il colore del camaleonte di Emil Hristov, che il pubblico italiano aveva già conosciuto come operatore di Zift nel 2008. Il 26 maggio in programma alle 17.00 (Sala Deluxe) in programma Lo straniero, una commedia di Nikolay Iliev, attore e modello, figlio del regista Boyko Iliev, qui alla sua prima esperienza come regista, autore e produttore. Alle 19.00 due puntate della terza stagione della serie cult Sotto copertura. Alle 21.00 (Sala Deluxe) sarà proiettato Incognita di Mihail Pandoursky, regista già premiato a Venezia nel 1990 con L’unico testimone. Una particolarità: la colonna sonora di questo film è stata registrata dai celeberrimi coro e orchestra del teatro Mariinsky di San Pietroburgo. Il 27 maggio (Sala Volontè) a partire dalle ore 17.00 sarà la volta della produzione documentaristica musicale. Due i documentari in programma: il primo Svelare Salomè di Alexandrina Pendatchanska (moglie del regista Nayo Tizin), al momento una delle cantanti liriche di maggior successo in Bulgaria e all'estero; il secondo è dedicato alla vita della grande Ghena Dimitrova, scomparsa nel 2005.

Promosso dall’Istituto Bulgaro di Cultura con il sostegno del Ministero della Cultura della Repubblica Bulgara, sotto il Patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica Bulgara; realizzato in collaborazione con l’Associazione Culturale La Fenice, con il sostegno di Roma Capitale – Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico, e della Camera di Commercio Italiana in Bulgaria la rassegna è una tappa di una serie di iniziative culturali da anni progettate per costruire un importante dialogo culturale fra Bulgaria e Italia fra cui è importantissimo ricordare il protocollo d’intesa fra i Sindaci di Sofia e di Roma. Nelle scorse edizioni sono stati presentati più di 40 film tra lungometraggi, serie TV, cortometraggi, animazione e documentari, tutti prodotti negli ultimi anni.

articolo pubblicato il: 16/05/2013

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it