torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

libri
"Con altri occhi"

di Tommaso Orsimarsi


“Con altri occhi “ dello scrittore e poliziotto cosentino Tommaso Orsimarsi, edito dalla Luigi Pellegrini editore, rappresenterà la Calabria, alla prossima Fiera internazionale del libro di Torino, 16 – 20 maggio 2013, con uno spazio riservato nello stand Calabria spazio incontri. La Calabria da leggere, indossa dunque gli abiti della festa per offrirsi a quanti la vogliono conoscere attraverso le pagine di Orsimarsi e del suo viaggio filosofico, storico sentimentale, ambientato nei comuni di Laino Castello, Papasidero, Mormanno, Morano Calabro, Frascineto, Castrovillari, Cerchiara di Calabria, Civita, San Lorenzo Bellizzi, Altomonte, Lungro, Rossano, San Marco Argentano, Tarsia, Rossano, San Giovanni Fiore, Spezzano Albanese, San Sosti, San Demetrio Corone, Cassano allo Ionio, Santa Maria del Cedro, Scanzano Ionico, Martirano, Cotronei,Tropea,Villa San Giovanni, Crotone Catanzaro, Cosenza, che farà conoscere una regione intera vista da un punto di vista nuovo e interessantissimo.

La scelta del romanzo , come opera rappresentativa della regione ospite d’onore della stessa fiera è stata dettata dal suggerimento che lo stesso autore da nell’opera : amare un po’ di più questa terra ricca di storia ,tradizioni, cultura. Come precisa ancora Orsimarsi , “Con altri occhi” non è distante dalla città piemontese che ospita la fiera internazionale del libro. Infatti il personaggio principale Ferdinando , che accompagnerà le tre ragazze dal pollino allo stretto di Messina , è stato costruito sui tratti di due importantissimi personaggi torinesi : Ferdinando Buscaglione e Cesare Pavese. Ha, infatti, il carattere del cantante Fred Buscaglione e compie il viaggio con la memorabile Ford Thunderbird ( la stessa del fatidico incidente), e sono presenti tutti gli elementi del confino patito proprio da Cesare Pavese in terra di Calabria , proponendo per lo scrittore poeta un finale di vita diverso , proprio perché arricchito da una conoscenza profonda della terra calabra. Come è profondo il rapporto che la stessa casa editrice Luigi Pellegrini, che ha da poco festeggiato i sessanta anni di vita, ha con il territorio calabrese. Il romanzo che ha già partecipato ad importanti rassegne nazionali,riscuotendo grande apprezzamento tra i lettori e addetti ai lavori. Si propone come il libro che ogni calabrese e non dovrebbe leggere e consigliare ,senza che questo resti relegato nella nicchia delle opere di “letteratura meridionale” , ambendo a spazi più ampi come dimostra la stessa partecipazione alla fiera. Prima di dirigersi verso l’importante appuntamento internazionale il libro verrà omaggiato di una presentazione presso il Museo del presente a Rende giorno 17 maggio alle ore 18,00,organizzata dall’associazione “Buongiorno Calabria” che ha colto da subito le potenzialità dello scrittore cosentino come sottolineato dal presidente, Francesca Gabriele.
Maria De Rose

articolo pubblicato il: 15/05/2013

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it