torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

arte e mostre
"Obey"

a Torino


OBEY: una mostra di Shepard Fairey a Elastico Studio in occasione di CHEAP – street poster art festival

10-31 maggio 2013 | Via Porta Nova 12 | www.obeygiant.com | www.elastico.org Obey/Shepard Fairey raggiunge la fama internazionale come firma geniale dello storico poster di Barack Obama del 2008, un ritratto chiamato semplicemente "HOPE" con uno stile che si può riassumere come "Andy Warhol incontra il Realismo Socialista".

Fairey, che si è diplomato alla Rhode Island School of Design nel 1992, era già conosciuto nella scena underground della street art da svariati artisti e dai fan, grazie a uno dei suoi primi lavori di "guerrilla art", uno stencil improvvisato il cui design era basato su una pubblicità di André the Giant, un wrestler professionista. Fairey produsse degli stickers con questa immagine alla fine degli anni '80, includendo lo slogan "Andre the Giant has a posse", e l'immagine divenne virale, diffondendosi in lungo e in largo per tutta l'America, su segnali stradali, pannelli pubblicitari e muri.

In seguito riadattò l'immagine e aggiunse la parola "OBEY". Mixando elementi politici di sinistra con immagini "appropriate" e decisi graphic design, Fairey adesso lavora come artista affermato e designer di pubblicità, proprietario di una galleria a Los Angeles e imprenditore nell'editoria,nella moda e negli sport estremi come lo skateboarding.

Shepard Fairey è apparso nel film documentario "Andre the Giant Has a Posse" (di Helen Stickler, distribuito la prima volta nel 1997) e "Bomb It!" (2007), e il suo lavoro è stato ampiamente documentato nel libro "Supply and Demand".

La personale di Shepard Fairey, che verrà inaugurata il 10 maggio presso Elastico Studio in via Porta Nova 12 a Bologna, propone una selezione di rare HPM - serigrafie stampate a mano su carta di collage – numerate e firmate. La mostra è frutto della collaborazione con la Mondo Bizzarro Art Gallery di Roma, galleria indipendente di Roma e piattaforma delle arte iperealistiche del XXI secolo.

articolo pubblicato il: 10/05/2013

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it