torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

elzevirino
un virus mortale sta attaccando i "poveri diavoli"
di Ada

Non possiamo sapere oggi se il nuovo governo sarà fortunato. Il primo giorno di vita è stato pessimo. Il gravissimo episodio di Piazza Colonna, avvenuto mentre i ministri giuravano al Quirinale, mostra che, purtroppo, circola nel nostro Paese un virus indistruttibile: si deve uccidere chi si ritiene a torto o a ragione causa diretta dei nostri guai personali. Un tale qualsiasi, senza lavoro come milioni di altri, si mette in testa di dare una lezione agli uomini politici, prende tranquillamente un treno, raggiunge Roma armato di pistola. A Palazzo Chigi due carabinieri in servizio di sorveglianza gli dicono che non può fermarsi dinanzi alla sede del Governo. Mai sia, sei colpi di pistola risuonano nella piazza e i due carabinieri sono subito a terra gravemente feriti. Rapidamente acciuffato quel tale cerca di scusarsi con quel “ volevo colpire solo i politici” che spiega un po’ tutto.

Quel “ povero diavolo” di tutto il dibattito – a volte inutilmente aspro in TV soprattutto – che ha caratterizzato i due mesi che hanno preceduto la formazione del governo, ha capito ben poco. Ha voluto aprire una “caccia al politico” personale forse dopo aver ascoltato il “mandiamoli tutti a casa” di un ben noto neopolitico,

Il quale certamente non è un personaggio violento, ma deve riconoscere che il linguaggio usato per raccogliere voti non è stato tra il cortese e il gentile. Parliamo di Grillo ovviamente, ma anche in altri schieramenti non si è scherzato. E’ difficile però farsi capire bene da gente esasperata e quindi arriva il “virus mortale”. E’ sempre valido pertanto l’imperativo “abbassiamo i toni”.

articolo pubblicato il: 29/04/2013 ultima modifica: 12/05/2013

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it