torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Peer Gynt"

a Pesaro


Sabato 20 aprile primo appuntamento a Pesaro per TeatrOltre, palcoscenico per le più importanti esperienze del teatro di ricerca italiano, con otto appuntamenti in programma da marzo a maggio promossi – per il nono anno consecutivo - da Comune di Pesaro, Comune di Urbino, AMAT con il contributo di Regione Marche e Ministero per i Beni e le Attività Culturali,.

Gli spazi dell’Hangart ospitano Peer Gynt “riscrittura e concerto per volto, voce ed elettronica da Henrik Ibsen” di Federico Paino. Peer Gynt è un poema drammatico in cinque atti del drammaturgo norvegese Henrik Ibsen, scritto nel 1867 e musicato dal maggiore compositore norvegese del secolo Edvard Grieg. Il testo di Ibsen sembra una specie di fiaba, basata su avventure picaresche e racconti popolari in cui il protagonista Peer Gynt, dopo essere scappato dall'amata Solveig e dal suo paese per il coinvolgimento in una rissa, incontra personaggi magici e attraversa luoghi esotici. Scritto in diverse forme metriche e generi diversi, Peer Gynt di Ibsen è stato definito dal drammaturgo americano Rolfe Fjelde come «un metaforico viaggio attraverso l’io, una ricognizione nella natura umana, una discesa dell’uomo nella propria anima».

“Ci sono testi teatrali che non ha senso allestire. – annota Federico Paino - Alcuni vanno detti. O cantati, quasi. Peer Gynt di Ibsen è uno di questi. Un poema per suoni e vettori, non personaggi. Ipertrofico, irrappresentabile. Di qui l'idea di un concerto per voce e musica, dove alla narrazione a alla rievocazione sonora di paesaggi e ambientazioni, che si evolvono con le mutazioni dell'intreccio, si affianchi il live, con la sua irripetibilità, una voce grottesca e oltre le righe e un suono che tragga la freschezza dall'elaborazione in tempo reale della voce. In tre, ben motivati, si può già creare una rissa. Una quarantina di personaggi. Un migliaio di suoni. Una cosa per pochi intimi, insomma.”

Lo spettacolo è prodotto da Unnecessary Productions. Riscrittura, voce e regia sono di Federico Paino, sound design e musiche sono di Lorenzo Binotti e le luci di Vincenzo Pedata.

I biglietti (posto unico 5 euro) sono in vendita il giorno di spettacolo presso il Teatro Rossini (0721 387621) dalle ore 10 alle ore 13 e presso l’Hangart dalle ore 20.30 ad inizio spettacolo (ore 21.30).

Per informazioni: Teatro Rossini uffici 0721 387620, AMAT 071 2072439, www.pesarocultura.it, www.amatmarche.net.

articolo pubblicato il: 16/04/2013

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it