torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Ho solo la faccia di un uomo"

al Teatro Studio Uno di Roma


Al Teatro Studio Uno spazio alla scena indipendente In scena il quarto appuntamento del “progetto residenze” dal 13 al 20 aprile 2013 L'Associazione culturale UPNOS presenta

Ho solo la faccia di un uomo
(Soliloquio per attore solo) Omaggio a Piero Ciampi

Scritto, diretto e interpretato da Mario Schittzer Musiche, chitarra e voce Emanuela Cristiano

Giunti ormai al penultimo appuntamento, il Teatro Studio Uno di Torpignattara prosegue con successo il “progetto residenze” che ha fatto delle sale del teatro un luogo di costruzione, incontri e scambi, dando spazio e visibilità alle giovani compagnie indipendenti della scena off e risalto alla drammaturgia contemporanea e alla sperimentazione.

Questa volta a calcare le scene del Teatro Studio Uno, dal 13 al 20 aprile sarà l’associazione culturale UPNOS che presenterà Ho solo la faccia di un uomo (Soliloquio per attore solo) Omaggio a Piero Ciampi. Uno spettacolo, come dichiarato dallo stesso titolo, che vuole omaggiare un grande cantautore del nostro paese, forse mai abbastanza ricordato. La pièce nasce dall’esigenza di raccontare “un poeta”, che ha vissuto da “poeta”, in un tempo in cui anche l’arte è diventata un business e in cui la gente non ha più la necessità di ascoltare la propria anima. “Io non posso essere uno di voi. Se io riuscissi ad essere uno di voi, sarei un fuoriclasse.” Questa l’unicità di Piero Ciampi. L’aver solo la faccia di un uomo, ma l’animo di un poeta. In scena la musica, i versi e la rabbia del grande cantautore italiano, “il più artista di tutti noi”, come lo definiva Gino Paoli.

Un intimo soliloquio che ripercorre e affronta la complessità dei suoi rapporti con la società, l’arte e le donne. Il protagonista è solo, ebbro di vino e parole, a combattere un mondo che non comprende e dal quale non è compreso. “La poesia è la sola cosa che ho. Ed è la sola alternativa al delitto. Scrivo e canto perché non voglio ammazzare.”

In scena una sedia e un bicchiere di vino, il resto è un uomo che “ha solo la faccia di un uomo”. .

L'Associazione di promozione sociale Ùpnos nasce nel 2012 da un gruppo di giovani attori decisi a valorizzare e diffondere la cultura teatrale a 360 gradi. Diplomatosi all'Accademia Teatrale dell'Orologio nei primi anni del 2000, il gruppo collabora e prende parte agli spettacoli di Riccardo Cavallo presso numerosi teatri. Nel 2010 prende in gestione Antù SpazioTeatro OFF, in cui inizia la carriera da regista di Mario Schittzer, veterano del gruppo, che dirige diversi spettacoli quali: "9,99 euro", "Lolita a Teheran", "Il Tormento delle figure" di cui è autrice e protagonista Elisa Pavolini, e lo spettacolo per bambini dai 6 ai 12 anni "Macbeth: storia di streghe, fantasmi e intrighi a corte", ideato e adattato da Leonardo Iurilli e Arianna Di Pietro.

Martedì - sabato ore 21.00, domenica ore 18:30. Biglietti 10€ intero, 8€ ridotto

Teatro Studio Uno Via Carlo della Rocca 6 www.lacattivastrada.com 349 4356219 / 328 3546847 lacattivastrada@gmail.com

articolo pubblicato il: 13/04/2013

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it