torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
doppio appuntamento

al Teatro Marchesa di Torino


“BARRIERA PROSA” iniziativa nell'ambito del progetto "Cosa Succede in Barriera?" 2012, promosso dal Programma Urban Barriera di Milano

Al TEATRO MARCHESA (Auditorium Mauro Borghi) In Corso Vercelli 141 – Torino

DUE APPUNTAMENTI CON La Compagnia “Teatro Carillon”

Venerdì 12 Aprile 2013 ore 21 “ACQUA….ci hanno rubato le notti” Ingresso: INTERO: 5 Euro RIDOTTO 3 Euro fino ai 12 anni iniziativa nell'ambito del progetto "Cosa Succede in Barriera?" 2012, promosso dal Programma Urban Barriera di Milano

Lo spettacolo è una co-produzione delle Compagnie teatrali Giallopalo e Carillon che pur proveniendo da esperienze artistiche diverse, hanno realizzato un progetto intorno ad un ‘sentire condiviso’ includendovi passione per il fatto teatrale ed impegno civile. ‘Acqua’ evoca la nascita, la sopravvivenza, i rituali di purificazione, ma anche fenomeni di sopraffazione, di violenza e sfruttamento. Nel Delta del Niger ad esempio, l’acqua è nera per il petrolio e qualcuno da anni non vede più la notte, costantemente illuminata dai gas provenienti dai pozzi petroliferi. Acqua è anche trasparenza e musica. Lo spettacolo mette in evidenza le mutevoli valenze dell’acqua, con momenti poetici e di denuncia attraverso tecniche mutuate dai più diversi generi teatrali.

Domenica 14 Aprile 2013 ore 16

“TIRAMI SU”
Ingresso: INTERO: 5 Euro RIDOTTO 3 Euro fino ai 12 anni iniziativa nell'ambito del progetto "Cosa Succede in Barriera?" 2012, promosso dal Programma Urban Barriera di Milano

… lo spettacolo prende vita, lo spettatore piccino e quello più adulto sorridono insieme e la festa comincia Lo spettacolo, presentato dal Teatro Carillon prende spunto dal teatro dei saltimbanchi: trampoli, numeri di magia, danza, gags comiche e giocoleria si susseguono secondo una storia che viene narrata con un linguaggio prevalentemente gestuale. Nello spettacolo si utilizza anche la parola nei momenti di contatto immediato e di coinvolgimento del pubblico, quando questo viene chiamato a partecipare direttamente in alcune parti dell'azione scenica. La regia è del gruppo ciò consente all'attore ed allo spettacolo una maggiore elasticità e creatività, rendendo possibili dei momenti di improvvisazione all'interno della scena

articolo pubblicato il: 08/04/2013

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it