torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

opinioni e commenti
sindrome mediterranea
di Vittorio Sordini

Cipro (Κύπρος in greco, Kıbrıs in turco, è la terza isola del mediterraneo per estensione. Concorrono alla formazione del PIL (dati 2011 FMI) per circa 25 mild. di usadollars: Agricoltura 4,3%, Industria e costruzioni 20,1%, Servizi 75,6%. Cipro è entrata nell’euro nel 2008. L’isola è divisa in due: circa il 36% a nord è sotto il controllo della Turchia, mentre il restante è controllata da un governo democratico cipriota.

Queste potrebbero essere semplicemente delle curiosità se l’isola e la sua popolazione non fossero state fatte oggetto delle attenzioni della UE che, per concedere un aiuto economico, ha preteso che il governo imponesse un prelievo di una percentuale, che alcuni vorrebbero addirittura a due cifre, sui depositi bancari. Il solo pensiero di imporre un prelievo sui risparmi depositati in banca e disponibili sui conti correnti dovrebbe far accapponare la pelle. Si tratterebbe di andare a scippare quello che in Europa è considerato un bene da difendere, tanto è vero che esiste un fondo a tutela delle cifre depositate in conto corrente fino alla cifra massima di 100.000 euro a correntista. Moody’s non ha potuto non sottolineare che la decisione di un prelievo forzoso sui conti correnti di un Paese Europeo rappresenterebbe un passo destinato ad avere gravi conseguenze sulla circolazione dei capitali in Europa; questo giudizio ha originato nuove e più approfondite riflessioni tra coloro che avevano ideato il prelievo , destinato alla restituzione di circa 5,8 miliardi di euro ai creditori internazionali in cambio di un piano di aiuti da 10 miliardi di dollari. Sia autorità economiche tedesche sia personalità francesi alla guida del FMI hanno innestato una ragionevole marcia in dietro.

Questo comportamento tuttavia ha senza alcun dubbio lo stesso effetto di quello che provocherebbe un elefante in visita ad un negozio di cristallerie. In Italia c’è già stato un pericoloso precedente: nel 1990 il Governo Amato, con una mossa a sorpresa e con effetto retroattivo, prelevò il 6 per mille del saldo dei depositi bancari ; sicuramente gli italiani che se lo ricordano avranno cominciato a pensare come potersi mettere al riparo da una prossima scorribanda. Una possibile nuova scorribanda che gli italiani fino ad oggi consideravano impossibile dopo l’introduzione dell’euro, perché così i politici e sedicenti economisti italiani avevano detto.

Trovare 10 miliardi di dollari nel “Vecchio Continente” per aiutare la comunità cipriota dovrebbe essere un gioco da ragazzi, ma come è avvenuto con la crisi greca ci si accanisce a trovare soluzioni che anche un bimbo definirebbe disastrose. Già da troppo tempo, mentre ci si appresta a curare foruncoli, si usano termini, come contagio, che ricordano situazioni ben più gravi. Quando si parla di contagio si evocano gli effetti delle epidemie ed il comportamento del popolo durante un’epidemia è sempre pericoloso. Ci potrebbe essere chi percepisce tutto quello che sta accadendo come una guerra che non si combatte più con le armi che siamo abituati a conoscere, ma che determina un gran numero di vittime.

articolo pubblicato il: 19/03/2013 ultima modifica: 27/03/2013

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it