torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

editoriale
après le deluge
di Lf

Ci sono buone ragioni per cui Bersani dovrebbe dimettersi. La prima delle quali è che in un Paese normale, quale quello che lui, a parole, vagheggiava, uno che per tutta la campagna elettorale, ma anche molto tempo prima, ostentava l’orgogliosa sicurezza di non avere avversari degni di nota, visto quanto è accaduto dovrebbe semplicemente dimettersi.

Uno che, stando ai risultati, perde anche nel proprio comune di nascita, ma forse c’entra anche un macchina in divieto di sosta ed una vigilessa rimproverata, dovrebbe fare un rapido esame di coscienza.

Bersani in campagna elettorale ha parlato solo di berlusconismo ed antiberlusconismo e non dei problemi seri che attanagliano i cittadini intenti a sbarcare il lunario.

Bersani dovrebbe dimettersi perché non ha presentato la sua squadra di governo, facendo ipotizzare ai suoi ipotetici elettori che, dopo la vittoria, sarebbero tornati a fare i ministri gente impresentabile come D’Alema ed altri.

Ma soprattutto dovrebbe dimettersi perché per tutta la lunga sera delle proiezioni e dei parziali ha evitato di metterci la faccia mandando avanti quella da leninista di sacrestia di Enrico Letta.

articolo pubblicato il: 25/02/2013 ultima modifica: 26/02/2013

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it