torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
nuova cucina

al campo di Novi di Modena


E' stata inaugurata ieri la nuova cucina del campo di Novi di Modena, donata dal gruppo Ali Group ad Anpas. Un container lungo più di sei metri, contenente una cucina attrezzata con apparecchiature specialistiche in grado di soddisfare una elevata domanda di pasti in tempi brevi. Una donazione importante e di grande aiuto per offrire un servizio sempre più puntuale e veloce all'interno del campo. Ali Group ha allestito la cucina portando attenzione anche alle caratteristiche che una cucina da campo deve avere per permettere ai volontari di lavorare in sicurezza: dai pavimenti antisdrucciolo, alle pareti rei, fino a tutte le sicurezze riguardanti il gas e l'impianto elettrico.

L'ingegnere Oscar Imazio, di Ali Group, presente all'inaugurazione, rivolgendosi ai volontari ha dichiarato: «Questa donazione è l’espressa volontà della proprietà di Ali Group. Dico solo grazie all’Anpas: vi ho conosciuti in questa occasione e credo che siete uno di quegli esempi da prendere, anche in Europa. Vi ho visto entusiasti, vi vedo organizzatissimi. Grazie al supporto che date a tutti e spero che le nostre cucine riusciate a fare un po’ meglio ma siete già capaci da soli».

Fausto Casini, Presidente Nazionale Anpas: «Quando parliamo di noi diciamo che non conta che lo facciamo gratis, conta che lo facciamo bene. È una cosa che ci distingue: non vogliamo la medaglia della gratuità: lo facciamo gratis perché ci piace farlo. E quando facciamo i volontari dobbiamo essere preparati: una ditta seria, come Ali Group ha scelto noi ed è un riconoscimento della qualità del nostro lavoro. La cucina per noi è il cuore delle nostre attività al campo. Si parlano mille dialetti dietro i fornelli ed è la nostra forza». Poi rivolgendosi ai volontari «L’energia può essere quella del terremoto e può essere quella che usate voi quando fate qualcosa di buono per gli altri. Questa dovrebbe essere la differenza che dovrebbe fare l’uomo quando usa l’intelligenza: incanalare questa energia per fare cose positive che fanno bene agli altri».

Andrea Ursillo, funzionario Dipartimento Protezione Civile, Ufficio I Volontariato: «Non riesco a dimenticare quello che avete fatto per portare la cucina dell’Anpas a Monterosso: una situazione drammatica, dove non ci si riusciva ad arrivare. Avete mosso mari e monti, anche la marina: l'avete montata sugli scogli e avete dato assistenza alla popolazione. Se non ci foste stati voi, nessuno ci sarebbe stato. Io non mi meraviglio quando sento gli elogi nei confronti del volontariato. Nel giro di poche ore, ancor prima delle strutture delle istituzioni, i volontari sono presenti. Come fanno? l volontari sono da per tutto. Seminiamo un bagaglio di valore e costruiamo sensibilità e il corrispettivo è dato da queste donazioni».

Dario Zenoni, assessore alle politiche sociali del Comune di Novi ha dichiarato: «Il sisma del 29 maggio ci ha cambiato la vita anche a noi. Prima del 29 facevamo donazioni come alimentari, abbigliamento a Mirandola perché ci sentivamo fortunati. Colgo l’occasione per ringraziare Anpas perché il sisma è arrivato il 29 e Anpas la sera era già qui: alle due di notte avevano già messo le persone nelle tende. Quindi è stato un servizio ottimo per i nostri cittadini. Anche l’Amministrazione si è trovata a che fare con persone che ci hanno dato dei consigli per gestire l’emergenza: avere delle persone che hanno avuto esperienze precedenti in situazioni del genere ci ha dato una grossa mano. Ringrazio anche Ali Group. Grazie a tutti per tutto quello che fate». Nel campo di Novi di Modena, dal 29 maggio si sono avvicendati 547 volontari provenienti da 161 pubbliche assistenze di tutta Italia, 134 mezzi. Attualmente risiedono al campo 278 cittadini e 30 volontari

ANPAS – ASSOCIAZIONE NAZIONALE PUBBLICHE ASSISTENZE Via Pio Fedi, 46/48 – 50142 FIRENZE Tel 055/30.38.21 email comunicazione@anpas.org – www.anpas.org

L’intervento in Emilia in cifre: Anpas nazionale è attiva: nei campi di Mirandola e Novi di Modena, oltre alla Sala Operativa Nazionale. Ha operato dal 13 al 15 giugno 2012 presso i magazzini del Dipartimento di Protezione Civile a Roma. Campo di Mirandola: attivo dal 20 maggio presso il piazzale Costa, con 465 volontari avvicendati, 145 associazioni e 116 mezzi. Campo di Novi: attivo dal 29 maggio presso il campo sportivo con 527 volontari avvicendati, 144 associazioni e 146 mezzi. Nella Sala Operativa Nazionale, aperta dal 20 maggio, si sono avvicendati 56 volontari provenienti da 25 associazioni. I volontari Anpas sono impegnati anche nei seguenti campi regionali: Cavezzo (Anpas Abruzzo), San Possidonio (Anpas Lazio e Anpas Toscana), Finale Emilia (Anpas Marche e Anpas Emilia Romagna), Mirandola - Frazione San Giacomo (Anpas Piemonte), San Giacomo delle Segnate (Anpas Lombardia), Moglia (Anpas Lombardia), Mirandola (Anpas Emilia Romagna), Rolo (Anpas Emilia Romagna), Rovereto di Novi (Anpas Emilia Romagna), Crevalcore (Anpas Emilia Romagna)

articolo pubblicato il: 25/07/2012

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it