torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
Civitanova Danza

XIX edizione


Conto alla rovescia per l’inizio della diciannovesima edizione del festival internazionale Civitanova Danza promosso dal Comune di Civitanova Marche, dai Teatri di Civitanova, dall'AMAT, dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dalla Regione Marche, dalla Provincia di Macerata, dalla Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata e dalla Camera di Commercio di Macerata. Una città in festa – grazie a “Civitanova sotto le stelle”, iniziativa promossa dall’Associazione Commercianti Civitanovesi che animerà il centro della città in occasione dell’inizio dei saldi – si appresta sabato 7 luglio ad accogliere la festa della danza con l’avvio del festival dedicato al Maestro Enrico Cecchetti.

Il sipario si aprirà su un vero e proprio microfestival tutto italiano dal titolo Viva l’Italia! composto di tre parti affascinanti nella loro diversità: si parte in Piazza della Conchiglia con un Aperitivo danzato (ingresso gratuito) durante il quale giovani coreografi e performer tra i più apprezzati della scena contemporanea, Fabio Crestale e Daniele Ninarello, rendono speciale il brindisi serale dell’estate civitanovese. A seguire in “prima serata” al Teatro Rossini Aterballetto, principale compagnia italiana stabile, mette in scena la favola danzata di Alice nel Paese delle Meraviglie, un viaggio metaforico di eccellenti ballerini in un’atmosfera fantastica e sognante anche grazie all’apporto di evocative video proiezioni. La serata si conclude al Teatro Annibal Caro dove è in scena in prima italiana Grave, performance della compagnia Dewey Dell in cui il movimento verte attorno alla sensazione del corpo che precipita, alla gravità e alla velocità della caduta libera.

L’apertura delle danze è affidata in Piazza della Conchiglia ad un dittico di grande interesse. Fabio Crestale presenta Al muro, “un lavoro – afferma il coreografo - concepito da un forte stato d'animo per poi nascere come coreografia, lo stato d' animo che ho provato nelle esperienze degli incontri di persone diverse.” A Seguire Daniele Ninarello danza Non(leg)azioni, un lavoro che indaga lo spazio con il corpo attraverso la sua creatività. Il coreografo Francesco Nappa, danzatore dal prestigioso curriculum, da qualche tempo felicemente attratto dalla composizione coreografica, affronta in Alice nel paese delle meraviglie il labirinto di questo affascinante personaggio per la sua prima commissione ‘a serata’ con Aterballetto. La scelta di una nuova messa in scena, in forma di balletto, del famoso racconto di L. Carroll, nasce non solo da una sua proposta, radicata da molto tempo in una sua affascinata attrazione per quel testo, ma anche per la originalità di una impostazione che, pur in un vasto dominio della fantasia, fa emergere costante una modernità del racconto, in una dialettica tra senso e non-senso. In base a questo assunto interpretativo, Nappa si fa accompagnare, in questa costruzione coreografica, dalla creazione di video-proiezioni, realizzate da Gilles Papain, videodesigner di fama internazionale. La conclusione della serata è al Teatro Annibal Caro (ore 23) con Grave di Dewey, formazione nata dall'unione di quattro ragazzi: tre fratelli Teodora, Agata, Demetrio Castellucci ed Eugenio Resta. Teodora è autrice delle coreo-azioni e dell'ideazione dei costumi, Demetrio compone le musiche, Eugenio disegna le luci e si occupa di tutto l'aspetto scenografico, mentre Agata cura gli aspetti tecnico-produttivi e assiste la creazione coreografica. In scena - accanto a Agata e Teodora Castellucci in una coreografia di circa dieci minuti, parte della presentazione finale - dieci ragazze civitanovesi che hanno partecipato ad un workshop precedente la performance.

Il progetto artistico del festival è di Gilberto Santini (direttore AMAT). Main sponsor è Ica alla quale si affianca Paciotti spa, Hotel Miramare e Maxicar. Per informazioni e biglietti: Teatro Rossini 0733 812936, AMAT 071 2072439.

articolo pubblicato il: 03/07/2012

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it