torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Ossi di seppia" e "Replay"

al Teatro Apollo di Mondavio


Sabato 5 maggio TeatrOltre – rassegna dedicata alla nuova scena nelle sue differenti espressioni - fa tappa al Teatro Apollo di Mondavio con la compagnia7-8 chili di Offida che presenta un dittico composto da Ossi di seppia e Replay, ultimi lavori nei quali emerge un’originale indagine sul corpo e le sue possibili relazioni con oggetti e cose.

7-8 chili... è il peso della testa, affermano i componenti del collettivo 7-8 chili di Offida che aderisce a Matilde. Piattaforma regionale per la nuova scena marchigiana ideata e promossa da Regione Marche e AMAT, nato nel 2005 e composto da giovani artisti, educatori e operatori sociali con percorsi di vita e formazione eterogenei, che da alcuni anni condividono il disegno di un’operazione artistica globale capace di agire la creatività in una prospettiva di crescita culturale e sociale.

Ossi di seppia, parte di un percorso di ricerca sulla poetica degli oggetti, è una riflessione sul corpo della donna, un' indagine sulle relazioni dell'individuo con il gruppo e del gruppo con la società. Nella malinconia di un meriggio assolato, quattro donne disegnano una coreografia fatta di gesti, entrate, apparizioni e trasformazioni mediante l'utilizzo di una sedia di plastica bianca. Una sedia che nella sua banalità, diventa maschera, peso, ponte, foresta, casa, oggetto erotico, semplici ossa che nella forma rimandano alla fragilità dell'uomo contemporaneo. In Replay, coreografia che analizza la relazione tra immagine digitale e gesto, s’ndagano invece tutte le possibilità del corpo di fronte ad una proiezione. Il procedimento di costruzione avviene analizzando, frammento per frammento, immagini video con le quali i corpi in scena cercano di avviare un dialogo, agendo per similitudine, emulazione, contrasto e continuità. Tre donne in scena giocano sulle riprese di accadimenti significativi della cronaca quotidiana, eventi sportivi, interviste e gaffe; nella vanità di una sfilata di moda o nella stupidità di immagini sportive ripetute all'infinito le forme del potere, i suoi meccanismi di sorveglianza, manipolazione e impoverimento spirituale. I corpi danzano la gestualità subita e danzandola se ne liberano, in un’astrazione irridente che nobilita l’ignobile, ricerca un senso, fugge la decadenza.

Ricordiamo che TeatrOltre si svolge da marzo a maggio nei teatri di Pesaro, Urbino, Macerata Feltria, Mondavio, Senigallia ed Urbania ed è realizzato dalla Provincia di Pesaro ed Urbino e dall’AMAT in collaborazione con i Comuni di riferimento e con il contributo di Regione Marche e Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Per informazioni e biglietti (posto unico numerato 8 euro): biglietteria AMAT a Pesaro 0721 1836768, biglietteria del Teatro Apollo dalle ore 17 del giorno di spettacolo (366 6305500). Inizio spettacolo ore 21.15.

articolo pubblicato il: 02/05/2012

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it