torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
il venditore più forte

impresa record di un rappresentante


Vendere 1.209 apparecchi Folletto in un anno è l'impresa riuscita nel 2011 al rappresentante di aspirapolvere più forte d'Italia. Autore del record è Luigi Aquilano, 43 anni, originario di Torre del Greco ma che da 23 anni vive e lavora a Mantova. Aquilano è stato incoronato migliore Agente Vorwerk Folletto durante l'annuale Festa Nazionale della Vendita dedicata agli agenti più meritevoli. Quest'anno si è svolta a Berlino, capitale della Germania, che è proprio la patria del Gruppo Vorwerk. La premiazione di Aquilano, nuovo re del porta a porta, è stata il momento culminante di un programma che ha portato oltre 500 venditori dell'azienda a vivere un evento eccezionale, con cui l'azienda ha riconosciuto e premiato i suoi migliori professionisti.

La festa è iniziata con l'arrivo degli ospiti all'Hotel Intercontinental di Berlino, trasformatosi per due giorni in un vero e proprio tempio della vendita diretta. La prima serata di premiazioni è stata giocata sul binomio vincente Italia-Germania, che ha un significato importante: anche nel 2011 l'italiana Folletto si è confermata la consociata più forte dell'intero gruppo Vorwerk, che è tedesco e distribuisce i suoi famosi elettrodomestici in 66 paesi del mondo. «È stato significativo festeggiare i nostri fantastici risultati proprio a Berlino -commenta il presidente di Vorwerk Folletto Patrizio Barsotti-. L'Italia rappresenta da sola oltre il 60% delle vendite dei sistemi di pulizia Vorwerk e i nostri Agenti sono il migliore esempio di Paese che lavora, non si perde d'animo e macina risultati positivi».

Dopo una giornata passata in tour per la città, è arrivato il momento clou con il galà di chiusura della Festa e la premiazione dei migliori fra i migliori. Luigi Aquilano, primo venditore d'Italia, ha fatto la sua entrata accompagnato dalla Fantomatik Orchestra Marching Band, per poi alzare al cielo il suo trofeo. Appena è stato raggiunto sul palco dalla moglie dai figli, l'emozione gli ha rotto la voce: «Quasi fino all'ultimo non pensavo di poter fare il record di quest'anno» ha detto Aquilano prima di essere sommerso dall'abbraccio della famiglia e dei colleghi. «È stata mia moglie Maria a spronarmi fino alla fine, a dirmi "dai che ce la fai". A tutti i venditori d'Italia io dico che non bisogna mollare mai e credere sempre nelle proprie capacità».

Aquilano ha avuto anche l'onore di prestare il suo pollice, quello con cui ogni giorno suona i campanelli dei clienti, per un calco che sarà esposto nel "Wall of Fame" dell'azienda insieme a quelli dei suoi predecessori.

articolo pubblicato il: 20/04/2012

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it