torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
assegnato il Premio Abbiati

alla Fondazione Pergolesi Spontini


Importante riconoscimento per la Fondazione Pergolesi Spontini. L’intero progetto delle Celebrazioni Pergolesiane, iniziato a Jesi nel 2009 e proseguito fino al 2011 con l’esecuzione di tutte le opere teatrali di Giovanni Battista Pergolesi, è stato insignito del XXXI Premio della critica musicale “Franco Abbiati” con il PREMIO SPECIALE. Il premio all’ “Integrale di Pergolesi - Fondazione Pergolesi Spontini - Jesi” è stato assegnato con la seguente motivazione: “Per l’audace progetto di esecuzione dell’opera omnia iniziato nel 2009 e caparbiamente concluso, nonostante le drastiche e imprevedibili riduzioni dei finanziamenti pubblici, con una serie di produzioni operistiche e concertistiche di qualità musicale, chiamando a collaborare voci, concertatori e complessi strumentali italiani di significativa competenza stilistica e proprietà interpretativa, e proponendo letture sceniche non scontate”.

Istituito dall'Associazione Italiana Critici Musicali, il premio "Franco Abbiati" è il più prestigioso riconoscimento assegnato ogni anno in Italia nel campo della musica alle migliori manifestazioni e ai migliori protagonisti della scena nazionale. Ospite degli Amici della Scala, ieri sera a Milano, la commissione del Premio Abbiati ha designato i vincitori 2011, anche sulla base delle prime indicazioni scritte dei critici musicali. Alla discussione hanno preso parte i componenti del consiglio direttivo (Alessandro Cammarano, Andrea Estero, Dino Foresio, Angelo Foletto, Gian Paolo Minardi, Paolo Petazzi) e gli otto rappresentanti dell’Associazione eletti con referendum interno (Danilo Boaretto, Enrico Girardi Giorgio Gualerzi, Giancarlo Landini, Gianluigi Mattietti, Carla Moreni, Alessandro Mormile, Patrizia Luppi).

Grande soddisfazione per la notizia è espressa da William Graziosi, Amministratore Delegato della Fondazione Pergolesi Spontini secondo il quale “il Premio Abbiati ricompensa dieci anni di intensa progettualità e un appassionato lavoro di squadra. Ringrazio l’Amministrazione Comunale di Jesi, i partner pubblici e privati, gli sponsor, il dott. Gianni Letta presidente onorario delle Celebrazioni Pergolesiane per il sostegno e la sensibilità sempre dimostrata nei confronti della Fondazione, tutti i collaboratori della Fondazione che hanno consentito di raggiungere un obiettivo così importante. Siamo orgogliosi di aver ottenuto questa vittoria lavorando in una città di appena 40mila abitanti: pur con risorse economiche limitate ed in un contesto di crisi internazionale, il progetto dell’integrale di Pergolesi si è imposto all’attenzione del pubblico e dei critici musicali italiani ed esteri per qualità artistica ed originalità degli allestimenti. L’ Abbiati 2011 alle Celebrazioni Pergolesiane premia non solo gli allestimenti (2009: Il prigionier superbo; 2010: Il Flaminio, Adriano in Siria, Livietta e Tracollo; 2011: La Salustia, Lo frate ‘nnamorato, La Serva padrona, L’Olimpiade ripresa allestimento 2002) ma anche quanto fatto dalla Fondazione per diffondere la musica pergolesiana e l’immagine di Jesi nel mondo, con la ricerca musicologica, la registrazione in alta definizione di tutte le opere teatrali in accordo con Unitel Classica, e le iniziative editoriali con l’Edizione Nazionale dell’Opera omnia di Pergolesi in accordo con la Universal Music Publishing Ricordi srl”.

La cerimonia di premiazione dei vincitori avverrà al Teatro Donizetti di Bergamo, venerdì 25 maggio alle ore 17, a cura del Comitato Organizzatore del Premio Abbiati.

La Fondazione Pergolesi Spontini è una azienda culturale di produzione e servizi per il territorio, nata nel 2000, certificata UNI EN ISO 9001:2008 ed iscritta a Confindustria Ancona. L’azienda, sostenuta da enti pubblici e da un pool di imprese private, gestisce 6 teatri storici nelle Marche in cui organizza 14 stagioni e rassegne. Aperta 12 mesi l’anno, la sua attività principale è la produzione lirica con il Festival Pergolesi Spontini e la Stagione Lirica di Tradizione del Teatro Pergolesi di Jesi. E’ inoltre editore musicale e si occupa di ricerca musicologica, formazione professionale, nuove tecnologie, divulgazione culturale. Nel 2011 sono state prodotti sette titoli d’opera, di cui 4 di Giovanni Battista Pergolesi, per un totale di 24 recite; 702 sono state le giornate di apertura dei teatri gestiti, 57.937 i frequentatori, 33.965 le giornate lavorative, 630 le maestranze contrattualizzate nelle produzioni liriche. In undici anni di attività, la Fondazione ha gestito 6 Stagioni Liriche di Tradizione del Teatro Pergolesi di Jesi e 11 edizioni del Festival Pergolesi Spontini per un volume d’affari di circa 45 milioni di euro, senza alcuna passività. Dal 2006 il Bilancio economico si chiude in attivo, una positività che si conferma nel 2011, anno in cui l’azienda ha gestito risorse economiche pari a 4.300.000 euro. Da sei anni è tra le prime realtà culturali in Italia che rende noto al pubblico il proprio bilancio sociale.

Ne sono Soci Fondatori la Regione Marche, la Provincia di Ancona, il Comune di Jesi ed il Comune di Maiolati Spontini. Si sono poi associati, quali Partecipanti Aderenti, i Comuni di Montecarotto, di Monte San Vito, Monsano, San Marcello, e di seguito come Partecipante Sostenitore la Camera di Commercio di Ancona. Un gruppo di imprese private, riunite in Art Venture, costituiscono i Fondatori Sostenitori della Fondazione (Leo Burnett, Gruppo Pieralisi, Moncaro, New Holland-Gruppo Fiat, Starcom Italia).

Informazioni: Fondazione Pergolesi Spontini tel. 0731.202944 www.fondazionepergolesispontini.com

articolo pubblicato il: 17/04/2012

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it