torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
proposta di collaborazione

tra Jesi ed Ancona


William Graziosi, Amministratore Delegato della Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi, esprime “grande soddisfazione per i positivi risultati di bilancio raggiunti nel 2011 dalla Fondazione Teatro delle Muse di Ancona, frutto del severo impegno del Direttore Velia Papa e del Presidente della Fondazione e Sindaco di Ancona Fiorello Gramillano”. Per Graziosi, “è il segnale offerto alla comunità regionale, che la qualità della proposta artistica può e deve andare di pari passo con la gestione virtuosa delle risorse a disposizione, e lo ha saputo dimostrare la stessa Fondazione Pergolesi Spontini, azienda culturale di produzione e servizi iscritta a Confindustria Ancona, con il suo bilancio economico in attivo da sei anni e un volume d’affari di circa 45 milioni di euro realizzato in 10 anni di attività senza alcuna passività. Bilanci ben gestiti sono indispensabili per essere credibili agli occhi dei cittadini e degli interlocutori economici, politici e finanziari”.

“In un momento di crisi del tessuto economico internazionale come l’attuale – continua l’ad della Fondazione Pergolesi Spontini – è di vitale importanza l’efficacia della gestione delle nostre istituzioni culturali. Un teatro ben gestito è un motore di economie, diffonde conoscenza ed offre lavoro in maniera capillare sul territorio. Lo dimostrano i dati: in totale, tra Fondazione Pergolesi Spontini e Fondazione Teatro delle Muse, sono state erogate 49.191 giornate lavorative (33.965 per Jesi e 11.226 per Ancona), e gli spettatori sono stati complessivamente 156.998 (57.937 Jesi, 99.061 Ancona), pari a un terzo dell’intera popolazione della provincia di Ancona. I lavoratori impiegati nel 2011 sono stati 351 per Ancona e 630 per Jesi, che sommati descrivono un’azienda che offre lavoro a 981 persone. E tutto questo, sia nel caso di Jesi che di Ancona, per 12 mesi l’anno, poiché parliamo di Fondazioni teatrali che lavorano da gennaio a dicembre”. “Con dati come questi – conclude William Graziosi – una più stretta collaborazione tra i due enti potrebbe essere una vera opportunità per il futuro. La Fondazione Pergolesi Spontini fin dalla sua costituzione è stata sempre foriera di collaborazioni e di aperture, sia nel territorio regionale che in Italia e all’estero, per cercare prestigiose collaborazioni e per alleviare i costi. E’ per questo che lo scorso novembre il Sindaco di Jesi e nostro Presidente, Fabiano Belcecchi, in accordo con il consiglio di amministrazione della Fondazione Pergolesi Spontini, ha inviato al Sindaco di Ancona Fiorello Gramillano una lettera con la proposta di una collaborazione duratura tra i due enti in particolare per quanto riguarda la produzione lirica. L’obiettivo è offrire un prodotto altamente qualificato agli spettatori creando al contempo risparmio ed economie di scala per entrambi le Fondazioni, e produrre nel breve periodo una stagione unica in rete tra Ancona (sede ad oggi di lirica ordinaria) e Jesi (quest’ultima sede da 45 anni di Teatro Lirico di Tradizione e da 12 di un Festival lirico internazionale, entrambi riconosciuti e sostenuti dal Ministero con il Fondo Unico dello Spettacolo)”.

La Fondazione Pergolesi Spontini è una azienda culturale di produzione e servizi per il territorio, nata nel 2000, certificata UNI EN ISO 9001:2008 ed iscritta a Confindustria Ancona. L’azienda, sostenuta da enti pubblici e da un pool di imprese private, gestisce 6 teatri storici nelle Marche in cui organizza 14 stagioni e rassegne. Aperta 12 mesi l’anno, la sua attività principale è la produzione lirica con il Festival Pergolesi Spontini e la Stagione Lirica di Tradizione del Teatro Pergolesi di Jesi. E’ inoltre editore musicale e si occupa di ricerca musicologica, formazione professionale, nuove tecnologie, divulgazione culturale. Nel 2011 sono state prodotti sette titoli d’opera, di cui 4 di Giovanni Battista Pergolesi, per un totale di 24 recite; 702 sono state le giornate di apertura dei teatri gestiti, 57.937 i frequentatori, 33.965 le giornate lavorative, 630 le maestranze contrattualizzate nelle produzioni liriche. In undici anni di attività, la Fondazione ha gestito 6 Stagioni Liriche di Tradizione del Teatro Pergolesi di Jesi e 11 edizioni del Festival Pergolesi Spontini per un volume d’affari di circa 45 milioni di euro, senza alcuna passività. Dal 2006 il Bilancio economico si chiude in attivo, una positività che si conferma nel 2011, anno in cui l’azienda ha gestito risorse economiche pari a 4.300.000 euro. Da sei anni è tra le prime realtà culturali in Italia che rende noto al pubblico il proprio bilancio sociale.

Ne sono Soci Fondatori la Regione Marche, la Provincia di Ancona, il Comune di Jesi ed il Comune di Maiolati Spontini. Si sono poi associati, quali Partecipanti Aderenti, i Comuni di Montecarotto, di Monte San Vito, Monsano, San Marcello, e di seguito come Partecipante Sostenitore la Camera di Commercio di Ancona. Un gruppo di imprese private, riunite in Art Venture, costituiscono i Fondatori Sostenitori della Fondazione (Leo Burnett, Gruppo Pieralisi, Moncaro, New Holland-Gruppo Fiat, Starcom Italia).

Informazioni: Fondazione Pergolesi Spontini tel. 0731.202944 www.fondazionepergolesispontini.com Ufficio stampa Fondazione Pergolesi Spontini: Tel. 0731.202944, e-mail ufficiostampa@fpsjesi.com

articolo pubblicato il: 12/04/2012

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it