torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
restauro del "Pergolesi"

i lavori non interferiranno con la programmazione


Dopo la chiusura del lavori di restauro del tetto e del sottotetto del Teatro Pergolesi, conclusi poche settimane fa, e dopo ancora la realizzazione della piattaforma mobile per le operazioni di carico e scarico del palcoscenico, proseguono a Jesi i lavori di risanamento conservativo, restauro e riqualificazione funzionale dello storico edificio, inaugurato nel 1798 e da 214 anni sede di attività teatrale ininterrotta.

Hanno preso il via gli interventi di risanamento delle facciate del Teatro jesino. I lavori dureranno 180 giorni e non interferiranno con il consueto svolgimento delle attività teatrali, sempre numerose nel Massimo jesino e seguite ogni anno da un numero considerevole di spettatori, tra i 33 mila ed i 35 mila.

La ditta Latini Luigi & Figli s.r.l. di Senigallia, che si è occupata anche del restauro delle coperture del palazzo, si è aggiudicata l’appalto per il risanamento delle facciate a seguito di bando pubblico. La progettazione esecutiva è a cura dell’architetto Luca Schiavoni e dell’ingegner Luigino Badiali.

Tutti i lati dell’edificio saranno oggetto di interventi poiché risultano danneggiati sia nel paramento murario che negli infissi. Nelle pareti sono ben visibili le crepe prodotte dagli eventi sismici che si sono succeduti nel corso di centinaia di anni, e molti infissi sono completamente non funzionanti e irrecuperabili. Nella facciata principale sono presenti notevoli scolature calcaree nella parte bassa centrale sotto il balcone, l’evidente usura dei giunti della faccia vista in muratura sopra il cornicione e un generalizzato deterioramento della pietra d’Istria del cornicione principale e del fregio scultoreo con l’orologio dell’attico. Il progetto prevede dunque il restauro del paramento esterno in laterizio, con le migliori tecniche per la faccia vista tradizionale e tipica dell’architettura settecentesca; il restauro degli infissi dell’edificio, compresi quelli dei piani superiori della facciata sulla Piazza con riparazione di ogni possibile parte funzionante e sostituzione dei soli elementi irrecuperabili con riproduzione fedele delle sagome e del colore originale; il restauro di tutti i portoni di legno; il restauro degli infissi e sud e est con rifacimento di quelle mancanti o irrecuperabili con sagome, sezioni e ferramenta originali.

I lavori di restauro del Teatro sono stati autorizzati dal Comune di Jesi e dalla Soprintendenza per i Beni Achitettonici e Paesaggistici delle Marche; per essi la Fondazione Pergolesi Spontini, che gestisce il Teatro Pergolesi, ha acceso un mutuo chirografario venticinquennale presso Carifano - Gruppo bancario Credito Valtellinese.

Informazioni: Fondazione Pergolesi Spontini tel. 0731.202944 www.fondazionepergolesispontini.com

articolo pubblicato il: 27/02/2012

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it