torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

libri
"E il topo rise"

di Nava Semel


Cinque capitoli, cinque piani narrativi diversi (storia, leggenda, poesia, fantascienza e diario): E il topo rise è un eccellente esperimento letterario, dove s'intrecciano sapientemente presente, passato e futuro. A Tel Aviv, ultimo giorno del 1999, una anziana donna ebrea narra alla nipote le sue terribili esperienze infantili durante l'Olocausto. All'età di cinque anni, per sottrarla alla deportazione, viene affidata dai genitori a una famiglia di contadini di uno sperduto villaggio polacco, che l'accolgono non certo per solidarietà ma dietro compenso economico. Per un anno intero la piccola rimane nascosta nel buio e nel silenzio di un pozzo, con poco cibo e ripetutamente violentata dal figlio dei contadini. Ha come unico compagno un topo. Quando i genitori della bambina non possono mandare più soldi, la moglie del contadino la porta dal parroco del paese, istigandolo a ucciderla. Ma padre Stanislaw, rischiando la vita, la nasconde nella sua chiesa e la salva. La nipote, il giorno dopo, siamo già nel 2000, racconta all'insegnante la storia della nonna sotto forma di favola, La bambina e il topo. Da allora in poi la favola diventa mito, anche attraverso Internet, e nel 2099 grazie agli studi di un'antropologa alla ricerca dell'origine di questo, ritroviamo il diario di padre Stanislaw, che ha affidato alla scrittura il compito di ricordare.

Nava Semel, nata nel 1954 a Tel Aviv, città in cui vive con il marito e i due figli gemelli, è cresciuta tra persone che parlavano lingue diverse (il tedesco, l’ebraico, lo yiddish, l’inglese) e si dice convinta che a spingerla verso la scrittura sia stato il bisogno di decifrare i segreti e i misteri degli adulti. Per lei, infatti, uno scrittore «è qualcuno che ascolta ciò che non dovrebbe ascoltare, che guarda ciò che non dovrebbe vedere.» Nava Semel ha lavorato a lungo per la televisione e per la radio, e nel suo paese è nota non solo come romanziera per adulti e ragazzi, ma anche come autrice di teatro e poetessa. In Italia ha pubblicato Lezioni di volo (Mondadori, 1997), L’esclusa (Mondadori, 1999), Chi ha rubato la scena? (Mondadori, 2003), I segreti del cuore (Sonda, 2007). E il topo rise è stato pubblicato in Germania nel 2007 e in Australia nel 2008. Il libro, che è diventato un’opera lirica composta da Ella Milch-Sheriff, diretta da Oded Kotler, prodotta dall’Israeli Chamber Orchestra, vincitore del Rosenblum Award della città di Tel Aviv, sta per diventare anche un film.

Titolo: E il topo rise (ISBN 978-8-865640-20-3)
Autore: Nava Semel
tradotto da Elisa Carandina
editore: Atmosphere libri
Prezzo: 16,00
pp. 192
Categoria: romanzo
Formato: 210 mm x 140 mm

articolo pubblicato il: 16/02/2012 ultima modifica: 29/02/2012

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it