torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
doppio appuntamento

nei Teatri della Vallesina


Gli splendidi teatri della Vallesina ospitano nel fine settimana per la stagione della Fondazione Pergolesi Spontini realizzata con l’AMAT e il contributo della Regione Marche, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Banca Popolare di Ancona un doppio appuntamento: sabato 4 febbraio al Teatro Comunale di Montecarotto Degustazioni postribolari di e con Giorgio Montanini e domenica 5 febbraio al Teatro Ferrari di San Marcello Uno, nessuno e centomila diretto da Giancarlo Cauteruccio.

Con Uno, nessuno e centomila Cauteruccio affronta per la prima volta la scrittura pirandelliana, scegliendo un romanzo. L’adattamento teatrale è di Giuseppe Manfridi e l’interprete principale è Fulvio Cauteruccio nel ruolo di Vitangelo Moscarda, affiancato da Monica Bauco, l’amante Anna Rosa e dalla giovane attrice Laura Bandelloni, la moglie Dida. L’idea registica evidenzia la tematica del fallimento esistenziale e Cauteruccio vira la messinscena verso Samuel Beckett, l’autore-guida del suo teatro negli ultimi venti anni. La scena, firmata da Loris Giancola, è un luogo metafisico abitato da voci ed oggetti. Fulvio Cauteruccio si muove in un labirinto di sedie dislocate su una scala-altare in cima a cui troneggia, immersa in un buco fino alla vita, il suo alter ego, Anna Rosa, molto prossima alla Winnie di Giorni felici. La storia dell’”umoristico antieroe della modernità”, viaggio amaro ed ironico dentro l’animo umano e la pena di vivere, da molti definito il “romanzo della solitudine dell’uomo”, fornisce l’occasione ai fratelli Cauteruccio di far convergere in quest’opera tutta la visionarietà, la fisicità, il rapporto tra corpo e spazio che negli anni hanno analizzato e sviluppato nelle più diverse direzioni, ricomponendo in qualche modo la coppia di Hamm e Clov di Finale di partita.

Giorgio Montanini è un attore e doppiatore poliedrico marchigiano di grande talento che fa parte della piattaforma “Matilde”. Progetto di Regione Marche e Amat. Passa con disinvoltura dal cinema alla fiction, dal teatro classico a quello brillante e comico. In Degustazioni postribolari stimola la sua spiccata verve comica e di intrattenitore. In scena ricalca lo stile del classico stand up comedian americano e cioè un attore, un microfono e nient’altro che la forza e l’efficacia della parola. Degustazioni postribolari è un viaggio all’interno della nostra società, un percorso che mette in evidenza vizi e virtù degli esseri umani attraverso il mezzo più antico e usato negli ultimi duemila anni, quello della satira. Gli argomenti sono quelli che accompagnano la vita di ogni individuo quotidianamente, il rapporto uomo donna, il sesso, la politica, la religione, la civiltà moderna, la televisione… insomma un modo dissacrante e coinvolgente per ridere e riflettere sui pilastri della nostra società.

Informazioni e biglietti: biglietteria del Teatro Pergolesi tel. 0731 206888, AMAT 071 2072439. Inizio spettacoli ore 21.

articolo pubblicato il: 01/02/2012 ultima modifica: 02/02/2012

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it