torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Il catalogo"

a Fabriano e a Macerata


Giovedì 12 e venerdì 13 gennaio il 2012 si apre al Teatro Gentile di Fabriano con Il catalogo opera del grande sceneggiatore e drammaturgo Jean Claude Carriere che mette a nudo, con sferzante ironia, l'inconfessata sofferenza di due esistenze accomunate dalla solitudine magistralmente portate in scena da Isabella Ferrari ed Ennio Fantastichini. Lo spettacolo diretto da Valerio Binasco è proposto – al termine di una residenza di riallestimento al Teatro Gentile – nell’ambito della stagione promossa dal Comune di Fabriano e dall’AMAT con il contributo della Regione Marche e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Dopo Fabriano, la tournée marchigiana de Il catalogo prosegue al Teatro Lauro Rossi di Macerata dove sarà in scena sabato 14 e domenica 15 gennaio.

Il catalogo è una commedia delicata e divertente. “Il suo titolo – scrive Valerio Binasco nelle note allo spettacolo - si ispira al Don Giovanni di Mozart e la ragione è tematica e musicale insieme: il dialogo scorre leggero e brioso come le “note bambine‟ delle partiture settecentesche e il personaggio maschile si ispira - o almeno vorrebbe – al celebre seduttore. Questa commedia gioca con l’impossibile e con l’assurdo e l’autore sembra divertirsi molto a mandare a gambe all’aria le nostre pretese di vivere in una realtà “normale‟. Il tema narrativo è di quelli molto cari al teatro e al romanzo tardo novecentesco: l’impossibile incontro tra un uomo e una donna. Tanto più fatale, quanto più imprevedibile. Per salvarsi dall’impossibile amore, i personaggi si aggrappano in modo quasi ossessivo alla verosimiglianza dei dialoghi e delle situazioni, ma solo per approdare a un’atmosfera di intimità senza scampo, tuttavia leggera e primordiale, dove la realtà si rivela per quella che è: una specie di prigione dell’anima. Da quel momento in poi sembra un sogno. Sembra uno di quei film meravigliosi di certa Nouvelle Vague che si accanivano a scoprire l’assurdo delle storie d’amore e di quell’assurdo finivano per innamorarsi e farci innamorare. Tutto si gioca nel dialogo tra un solo uomo e una sola donna. Potremmo anche, forse, posporre l’aggettivo e sono sicuro che non sbaglieremmo: Carriere ha scelto due persone tremendamente sole. Sole senza neppure essersene accorte. Le fa incontrare nel momento in cui la loro vita sembra ormai assuefatta a tanta solitudine. Personaggi tanto distanti potevano incontrarsi solo in forza di un equivoco. E così sarà. C’è un mondo segreto, meraviglioso e senza colpe, dentro di noi e solo l’amore e il coraggio che l’amore sa donare possono liberarlo. Sembra solo un gioco crudele, ma è un gioco divino. Perché l’amore è un Dio. Un Dio che si nutre delle nostre storie, dei nostri giochi, delle nostre fughe inutili e ci dà in cambio l’unica vera bellezza della vita. Il terribile dio-bambino dell’amore si è certo molto divertito leggendo Il catalogo.”

Lo spettacolo è prodotto da Angelo Tumminelli – Star Dust International. Le scene e le luci sono di Massimo Bellando Randone, i costumi di Sandra Cardini e le musiche di Arturo Annecchino.

Informazioni e biglietti: per Fabriano biglietteria del Teatro Gentile 0732 3644, per Macerata biglietteria dei Teatri 0733 230735, AMAT 071 2072439, www.amat.marche.it. Inizio spettacoli ore 21.

articolo pubblicato il: 10/01/2012

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it